Semper para, Ekuban segna, Genoa avanti in Coppa, prima vittoria per Sheva

Le lacrime di Ekuban che a dodici minuti dalla fine con il suo primo gol in rossoblù scongiura i supplementari a nemmeno tre giorni dalla trasferta in casa della Lazio sono la fotografia più bella di una partita della quale rossoblu e campani, che chiudono la graduatoria della massima serie insieme al Cagliari, avrebbero fatto volentieri a meno e che comunque regala al Genoa gli ottavi di Coppa Italia contro il Milan.

Rispetto al derby vanno in campo i soli Hernani, Cambiaso ed Ekuban, rientra Destro dal primo minuto e l’attaccante insieme a Cambiaso appare il migliore dei suoi nelle prime fasi di gioco in cui gli uomini di Colantuono giocano dietro la linea della palla e subiscono le iniziative avversarie. Destro delizia con alcune sponde che mettono in moto Cambiaso sul cui cross dopo 8’ il destro di Portanova, frenetico in avvio e poi spentosi alla distanza, viene respinto nei pressi della linea da Bogdan, al 21’ ancora uno spunto imperioso a sinistra di Cambiaso che mette in mezzo ed il colpo di testa di Destro impegna Fiorillo sul primo palo ma poco a poco si spegne la squadra di Shevchenko che pare prigioniera delle proprie paure e prende quota la Salernitana e nella seconda metà del tempo diventa protagonista Semper, ottimo sostituto di Sirigu, che nel giro di un minuto sventa la conclusione da fuori di Kastanos, il più attivo tra i suoi e subito dopo è un gatto nel doppio intervento su due tentativi di testa di Djuric, che vince i duelli aerei con una difesa genoana sempre troppo tenera nei contrasti in alta quota.

Cambiaso è claudicante e lascia il posto precauzionalmente a Ghiglione, con Sabelli che trasloca sulla fascia sinistra e la ripresa si trascina stancamente, con i campani che sono leggermente più propositivi, ancora il portiere rossoblù si fa trovare pronto sulle conclusioni di Di Tacchio e Delli Carri prima della rete che decide il match: Ekuban, confusionario ma molto generoso, apre a sinistra per Kallon, che da circa un quarto d’ora ha rilevato Destro, il giovane attaccante chiude il lungo triangolo ancora con Ekuban che sottomisura di testa, con una deviazione di Delli Carri, infila la porta di Fiorillo, ex blucerchiato e ragazzo di Oregina. Il Grifone controlla fino al termine gli sterili tentativi avversari e torna finalmente alla vittoria interna, che mancava dal match di Coppa Italia contro il Perugia.

Oltre a Destro e Cambiaso, certezze di questo Genoa, premiamo la mezz’ora di Melegoni, che ha messo in campo quella qualità ed intraprendenza che manca a troppi compagni, segnatamente ad Hernani, ancora una volta troppo lento e Galdames, impreciso e pesce fuor d’acqua nella posizione centrale e poi un plauso ad Ekuban, che ha ripagato la fiducia concessagli da Sheva nonostante prestazioni poco convincenti dal punto di vista tecnico , con il tecnico ucraino che ne apprezza l’impegno sempre massimale.

GENOA-SALERNITANA 1-0

Reti: s.t. 32’ Ekuban

GENOA(3-5-2): Semper 7,5 – Biraschi 6 Bani 6 Vasquez 6 – Sabelli 5,5 Hernani 5 (44’ s.t. Touré n.c.) Galdames 5 Portanova 5,5 (15’ s.t. Melegoni 6,5) Cambiaso 6,5 (1’ s.t. Ghiglione 5,5) – Destro 7 (15’ s.t. Kallon 6,5) Ekuban 6,5 All: Shevchenko

SALERNITANA(3-4-1-2): Fiorillo 6 – Delli Carri 6 Bogdan 5,5 (38’ s.t. Gyomber n.c.) Gagliolo 5,5 – Kechrida 5 Schiavone 6 (20’ s.t. Obi 5,5) Di Tacchio 6 Jaroszynski 6 – Kastanos 6,5 (30’ s.t. Coulibaly 5) Vergani 5,5 (20’ s.t. Simy 5) All: Colantuono

Arbitro: Serra di Torino 5,5

Note: serata piuttosto fredda, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Galdames, Vasquez (G) Schiavone, Vergani Di Tacchio (S) . Calci d’angolo 4-3 per il Genoa. Recupero: 3 + 4 minuti.

    MARCO FERRERA  

 

 

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.