Carlo Ballabene abbraccia la centenaria Chiavarese

Prima di tuffarsi nelle finali di Coppa Italia in programma sabato 11 e domenica 12 dicembre a Nole Canavese, la centenaria Chiavarese, fondata nel 1919, ha radunato giocatori, dirigenti, autorità sportive e civili, e simpatizzanti, per presentare ufficialmente il programma 2022.

“Un programma ambizioso, che va oltre l’immediato, ed è proiettato sulle stagioni a venire”, come ha sottolineato lo storico presidente Fausto Podestà.

“La nostra società – ha proseguito – pur non perdendo mai di vista l’aspetto sociale, si è sempre distinta per l’ampia partecipazione in tutte le categorie, e , anni addietro, svettando nell’alto livello. Ora, il consiglio direttivo ha ritenuto che fosse giunto il momento di riproporsi in quei termini “. Termini che portarono la Chiavarese a fregiarsi di 7 scudetti di serie A consecutivi (record tutt’ora imbattuto), di 6 Coppe Europa, di cui 5 consecutive (altro record) e di 6 Coppe Italia, senza elencare la marea di titoli conquistati dai suoi atleti.

Per compiere il primo passo verso un ritorno alle glorie passate, il club tigullino ha compiuto una mossa da scala reale, ingaggiando Carlo Ballabene. Un vero numero uno, il giocatore in attività dal curriculum più ricco. Con i suoi 7 titoli mondiali, 6 europei, 28 nazionali, 5 record mondiali e 3 italiani, 12 coppe europa, 15 scudetti di serie A, 12 coppe Italia, 45 convocazioni in nazionale (dal 1987 al 2007). Ballabene, ligure di Santa Margherita, vestì i colori della Chiavarese nella stagione 98/99, dopo 8 anni di Ferrero. Dal 2009 , sino a ieri, ha contribuito alle fortune agonistiche della Brb. Ora torna a giocare a due passi da casa, insieme al fratello Paolo, a Luca Baccino, Lino Bruzzone, Gabriele Picasso, Roberto Foppiano, Thomas Panesi, Antonio Ravera, Marco Carlevaro, Fabrizio Vaccarezza, Maurizio Ginocchio e gli altri neo acquisti, i giovani Andrea Dondero e Stefano Sciutto.

Oltre al campionato di A2, la cui conduzione sarà affidata al tecnico più vincente nel massimo contesto, Antonello Solari (mister-e-non-solo del club), con la collaborazione del mitico Lino Bruzzone, la Chiavarese sarà impegnata anche con la rosa di “B” comprendente Adriano Borghini, Matteo Cefeo, Luca D’Antonio, Fabio Cuneo, Roberto Foppiano, Luca Piccardo, Gabriele Musante, Sergio Leverone. Ma non finisce lì, perché la società del Tigullio intende ricominciare dal settore giovanile, la cantera da cui trasse nel passato fior fiore di talenti.

Lo fa partendo da Edoardo Bacigalupo, Noemi Chiccoli, Alice Figari, Matteo Ravera, sotto l’occhio vigile della coordinatrice Emanuela Chiccoli e del responsabile Roberto Foppiano.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.