Telemedico Sportiva lotta ad armi pari con Torino, poi la resa

Partendo dal risultato negativo di 16-9 si potrebbe facilmente arrivare alla conclusione che il divario tecnico tra le squadre in vasca, Telemedico Sportiva Sturla e Torino ’81, fosse ampio. In realtà la partita è stata in equilibrio fino al quarto minuto del terzo tempo, quando lo Sturla, con la trasformazione di un rigore di Lorenzo Navone si portava sul risultato di parità per 7 a 7. La rimonta della squadra biancoverde, che fino ad allora era sempre stata in svantaggio, era compiuta e si poteva guardare con un certo ottimismo il restante tempo da giocare.

La squadra del Torino, che poteva accusare il colpo psicologico delle tre reti prese nel giro di due minuti, reagisce immediatamente e trova di nuovo il vantaggio con Colombo solo venti secondi dopo la nostra segnatura. È il momento chiave dell’incontro, la partita gira totalmente a favore del Torino che segna ripetutamente per cinque volte portando il risultato sul 12 a 7 e solo sul finire della terza frazione di gioco Enrico Borelli per la Telemedico accorcia le distante, con un bel goal in superiorità numerica. Le quattro reti di svantaggio sembrano un divario difficile da colmare, tutti i componenti della squadra di Gambacorta hanno nuotato senza mai risparmiarsi ma ora sembrano provati. L’esperienza che manca ancora alla squadra si è vista soprattutto nel non gestire al meglio la parità conquistata all’inizio del terzo tempo.

L’ultima fase di gioco si apre con una rete di Colombo per il Torino 81 a cui risponde Lorenzo Bisso per lo Sturla trenta secondi dopo. Prima della sirena finale il Torino va in goal altre tre volte fissando il risultato a 16-9. Possiamo dire che è stata una partita combattuta alla pari sino al terzo tempo, ci piace segnalare un grandissimo Lorenzo Navone –autore di tre reti – e Alessio Pellerano che si sono particolarmente distinti, Matteo Villa, Nico Priolo e Lorenzo Bisso che con le loro giocate hanno tenuto in partita la Telemedico, Enrico Borelli classe 2003 che ha trovato il suo primo goal di stagione. 

La prossima gara è in casa con il Lavagna 90, partita importante da affrontare con la massima concentrazione. Questo il commento di Gambacorta al termine della partita con il Torino 81’:

“Trasferta molto difficile contro una squadra completa che ambisce alla parte alta della classifica. Partita giocata alla pari fino a metà del terzo tempo, anche il risultato stesso diceva 7 a 7, poi buio totale. In 4 minuti abbiamo preso un parziale di 5 a 0. Questa si chiama esperienza! Cresciamo di partita in partita e questo è l’aspetto che più mi interessa. I risultati arriveranno, la consapevolezza di poter giocare alla pari con tutti è già presente!”

REALE MUTUA TORINO 81’ IREN  – TELEMEDICO SPORTIVA STURLA 16-9

Usciti per limite di falli Novara e Villa nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Reale Mutua Torino 5/10 e Sportiva Sturla 3/10 + 1 rigore. Sportiva Sturla con 12 giocatori a referto. Spettatori 300 circa.

Parziali (3-2, 3-2, 6-4, 4-1)

Torino 81’. M. Aldi, V. Lisica (3), J. Colombo (5), E. Azzi (2), A. Leone, S. Oggero, M. Costa (1), G. Ermondi (1), M. Di Giacomo, G. Novara, F. Ligas (1), L. Cigolini (3), G. Costantini. Allenatore Aversa

Telemedico Sturla. E. Rossi, N. Priolo (1) L. Navone (3), R. Giusti, M. Villa (1), L. Bisso (1)P. Bini, E. Bonati, A. Pellerano (2), M. Perongini, E. Borelli (1), M. Gilardo. All. Fabio Gambacorta

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.