Gli aggiornamenti della Marina Militare Nastro Rosa Veloce – Fincantieri Cup

Proseguono gli arrivi della prima edizione del Marina Militare Nastro Rosa Veloce-Fincantieri Cup, evento organizzato da Difesa Servizi S.p.A., SSI Events in collaborazione con la Marina Militare.

A tagliare il traguardo sono stati Team ENIT (Irene Bezzi – Pietro D’Alì), giunti quarti alle 11.42 in regime di brezza leggera da Ponente, e Team Acone (Catherine Hunt-Alexis Thomas), quinto alle 14.23. Restano a questo punto in mare cinque equipaggi: il più vicino al traguardo è Marina Militare (Elisabetta Maffei-Federico Piani), localizzato dopo Pisa, a circa 50 miglia dalla linea di arrivo.

Chiude le fila, a circa 110 miglia da Genova, l’Aeronautica Militare (Margherita Digrazia-Giancarlo Simeoli), staccata di 9 miglia da Team Fratelli Visconti (Lisa Berger-Alex Laline) che è sempre all’inseguimento di Team Genova TOR (Dominique Knuppel-Guillerno Altadill).

La Lanterna illuminata di rosa per la premiazione 

La darsena in festa e la Lanterna illuminata di rosa per la premiazione. Oggi, venerdì 19 novembre, presso il Galata-Museo del Mare di Genova, davanti alla cui darsena stanno ormeggiando le imbarcazioni che giungono all’arrivo, ci sarà la cerimonia di premiazione con l’assegnazione del trofeo Fincantieri Cup e il premio Repubbliche Marinare. Presenzieranno alla cerimonia il Sottosegretario di Stato per la Difesa, Senatrice Stefania Pucciarelli, e il sindaco di Genova, dottor Marco Bucci.

Dalla partenza di Venezia all’arrivo di Genova, gli equipaggi sono stati chiamati ad attraversare diversi gate, città portuali dell’Adriatico, Ionio e Tirreno tra cui Ancona, Vieste, Brindisi, Crotone, Licata, Amalfi e Pisa, rendendo quindi simbolicamente omaggio anche alle quattro Repubbliche Marinare.

Un Nastro Rosa che ha unito tutti i mari d’Italia nella regata più lunga del Mediterraneo.

“In qualità di Presidente del Mu.MA ma anche come Vicepresidente della sezione cultura di Confindustria, sono molto contenta che l’evento conclusivo di questa importante manifestazione si svolga qui a il Galata-Museo del Mare, davanti al quale sono ormeggiate tutte le barche partecipanti alla regata. Questa zona è ormai a tutti gli effetti un polo di attrazione culturale e turistica. Con il sommergibile Nazario Sauro, la facoltà di economia, le abitazioni del Cembalo, i futuri progetti Hennebique e il Museo delle Migrazioni nazionale MEI, la zona è oggetto di grande rivalutazione ed interesse sia da parte dell’amministrazione sia da parte di investitori privati. Questo è un esempio virtuoso di come attraverso la cultura si possa creare valore e ricadute positive sul territorio. Non da ultimo sono orgogliosa che la cerimonia della Nastro Rosa tour si concluda qui: la manifestazione oltre a veicolare diversi messaggi positivi legati allo sport e alla salvaguardia dell’ambiente marino, promuove la vocazione velica della Marina Militare e sostiene il progetto Valore Paese Italia e la valorizzazione dei Fari e degli edifici costieri, temi in linea con le tematiche trattate al Galata Museo del Mare” ha dichiarato Nicoletta Viziano, presidente del Mu.MA Musei del Mare e delle Migrazioni.

In occasione della cerimonia di chiusura del Marina Militare Nastro Rosa Veloce-Fincantieri Cup, stasera, la Lanterna si illuminerà in rosa, promuovendo il valore della Cultura del Mare. Il monumento simbolo di Genova, come i più famosi edifici del mondo, cambia il colore della sua illuminazione per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sui temi più importanti: con il suo sistema di illuminazione artistica, realizzato grazie al supporto di Slam, è in dialogo costante con la città, recuperando la sua antica funzione di comunicazione.

La cerimonia sarà anticipata da una conferenza dedicata al progetto Weawing Meadow, promosso da una fondazione che mira alla salvaguardia della poseidonia, determinante per il mantenimento vero e proprio “polmone” marino.

La Regata

Il Marina Militare Nastro Rosa Veloce-Fincantieri Cup, regata “alla francese” di 1.492 miglia, è la regata più lunga del Mediterraneo e si sviluppa lungo la rotta che, lasciando la Sicilia a destra e passando per alcuni gate obbligatori (tra questi Amalfi e Pisa a unire tutte le Repubbliche Marinare), congiunge Venezia e Genova. I dieci equipaggi in gara, oltre a lottare per la Fincantieri Cup, destinata al vincitore successo, e per fissare il primo tempo di riferimento, si contendono un montepremi complessivo di 50.000€.

I Team protagonisti 

Ad animare il Marina Militare Nastro Rosa Veloce sono dieci equipaggi: Team ENIT (Irene Bezzi-Pietro D’Alì), Team Softway (Pam Lee-Andrea Fornaro), Team Genova The Ocean Race (Dominique Knuppel-Guillerno Altadill), Team Fratelli Visconti (Lisa Berger-Alex Laline), Team Sanfer (Maggie Adamson-Matteo Ichino), Team Urban Value (Sophie Faguet-Pierre Leboucher), Team Venezia Salone Nautico (Cecilia Zorzi-Alessandro Torresani), Team Acone (Catherine Hunt-Alexis Thomas), Aeronautica Militare (Margherita Digrazia-Giancarlo Simeoli) e Marina Militare (Elisabetta Maffei-Federico Piani).
 
Come seguirla 

Aggiornamenti circa lo svolgimento della regata verranno diffusi agli organi di stampa su base quotidiana. Per rendere gli update il più completi possibile, il team media è in costante  contatto con i team sia tramite le comuni reti telefoniche, sia tramite rete satellitare. Il materiale multimediale ricevuto sarà reso disponibile per gli appassionati tramite i canali social della manifestazione.

Condividi