Paolo Lugiato: “Questa Sampdoria ha mezzi fisici e tecnici per far bene”

Nove punti in questo avvio di stagione su 9 partite disputate dalla Sampdoria possono considerarsi un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto a seconda della chiave di lettura che si voglia dare.

Per il manager Paolo Lugiato, eletto da qualche mese vicepresidente di Harvard Business School Club of Italy, occorre guardare con fiducia ed ottimismo al cammino intrapreso dai blucerchiati che sono reduci dalla vittoria importantissima sulla Spezia per 2-1. “Quando si cambia allenatore – commenta Lugiato – e si inizia un nuovo percorso bisogna avere la pazienza di saper aspettare. Guardando la classifica mister D’Aversa sta facendo molto bene, soprattutto pensando al fatto che la squadra non è più quella dello scorso anno e quindi i meccanismi hanno bisogno di più tempo per ingranare. Personalmente ho visto del bel gioco anche quando sono arrivate le sconfitte. A Cagliari la squadra non mi era dispiaciuta sotto l’aspetto della tenuta fisica, probabilmente in quell’occasione il gol dopo 4 minuti di Joao Pedro ha spostato gli equilibri costringendo la squadra a scoprirsi inevitabilmente agli avanti avversari. Nonostante tutto la disposizione in campo e la quadratura del gioco si erano visti, ma nel calcio alla fine vince chi segna almeno un gol più dell’avversario. Discorso diverso contro l’Udinese in casa. Un bel 3-3 che alla fine credo sia stato il risultato più giusto”.

Sul match contro La Spezia, Paolo Lugiato spiega: “Per 90′ ho visto una Samp con mezzi fisici e tecnici di assoluto valore controllare gli avversari. Sono tre punti che fanno morale e classifica. Mi ha entusiasmato Dragusin, al suo esordio giocando come quarto di destra e con buoni risultati”. Sulle prossime gare Lugiato conclude: “La sfida contro l’Atalanta diventa gioco-forza un test di maturità per capire la reale forza di questo gruppo mentre contro Torino, in trasferta e contro il Bologna, al Luigi Ferraris fare punti significa poter guardare al futuro con serenità, anche perché questa Sampdoria può diventare la mina vagante del campionato. Credo che il presidente Ferrero abbia allestito una bella squadra che possa anche giocare un calcio spettacolo, ma in prima battuta devono essere i giocatori stessi ad essere consapevoli del proprio valore”.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.