Exploit Andrea Doria nel Kendo, conquistate 3 medaglie ai Campionati Italiani

Si sono conclusi a Modena nel weekend del 23 e 24 ottobre i Campionati Italiani Assoluti di Kendo 2021 che hanno visto gli atleti genovesi della S.G. Andrea Doria, sotto la direzione di Mattia Pizzamiglio, tornare a casa con un ottimo risultato generale e tre medaglie al collo, un oro individuale, un bronzo a squadre e il premio Fighting Spirit.

Un risultato frutto dei duri allenamenti ricominciati subito dopo la riapertura delle palestre.

Il kendo, la scherma giapponese eredità della spada giapponese dei samurai, ha anche una dimensione sportiva che permette il confronto con colpi reali similarmente alla scherma occidentale.

L’alloro Juniores di Marco Pizzamiglio

Sul gradino più alto del podio per i Juniores Under 18 è salito Marco Pizzamiglio. Nelle fasi finali ha saputo superare brillantemente nelle fasi finali atleti con cui ha condiviso degli allenamenti della Nazionale Italiana di Kendo, ennesima dimostrazione che lo sport oltre che spinta verso il miglioramento incarna sempre la più sana delle competizioni. Ieri compagni, oggi avversari, ma sempre amici uniti dalla medesima passione. Il valore dei concorrenti superati trasmette inoltre l’esatta idea dell’impresa compiuta dall’atleta genovese.

La scalata sino al podio della squadra biancoblu

La Squadra dell’Andrea Doria invece, di cui facevano parte, oltre i già menzionati Mattia e Marco Pizzamiglio, anche Alberto Barbieri, Francesco De Carli, Flavio Diana, e Tiziana Turturro, ha dato vita a un esaltante percorso.

Superati i gironi preliminari, ha sconfitto ai quarti di finale la formazione del Doshinken di Alessandria sulla carta favorita. Nella successiva semifinale ha sfiorato un ulteriore exploit perdendo di poco contro i fortissimi Campioni in carica Italiani del Kumanokai di Catania, a cui poi non è riuscito di ripetersi in finale. Gli Shinai della società, le caratteristiche spade di bamboo, sono quindi andate a un passo dall’incrociarsi col tricolore a squadre. Il bronzo resta comunque un eccellente tonalità come ideale guaina.

Tiziana Turturro incarnazione del Fighting Spirit

Terzo ma non ultimo per importanza il prestigioso premio attribuito a Tiziana Turturro, il Fighting Spirit.

È il riconoscimento assegnato dagli arbitri a fine gara all’atleta che ha dimostrato la maggiore presenza marziale e spirito combattivo. Se lo è guadagnato tenendo testa ad atleti più giovani di lei grazie a tecnica, tattica e grande spirito, che hanno lasciato tutti i presenti ammirati.

 

Condividi