Storica doppietta per il Quinto all’Eurochocolate di Perugia

Storico doppio successo per lo Sporting Club Quinto, che al Trofeo Eurochocolate di Perugia ha vinto sia con gli Under 16 sia con gli Under 14, centrando quindi un record nella storia di questa competizione. L’ottava edizione della kermesse si tinge quindi totalmente di biancorosso.

Sono molto contento di aver avuto la possibilità di partecipare a questo torneo, straordinario per organizzazione e tasso tecnico, con squadre di altissimo livello commenta il tecnico Marco Trucco – Con gli Under 16 siamo partiti con il freno a mano tirato perdendo contro la Lazio, ma pronti a rifarci nelle seguenti due partite del girone con altrettante vittorie contro Florentia e Roma 09. La semifinale di sabato sera ci ha messo di fronte la Roma Nuoto, è stata una partita tirata fino all’ultimo che ci ha portati a conquistare la finale per il primo posto, ancora contro la Lazio. La finale è stata giocata punto a punto fino al termine del quarto tempo, una partita che senza dubbio ha fatto divertire i tanti presenti sugli spalti ma anche chi da casa ha potuto seguire la diretta“.

I ragazzi sono stati bravissimi per come hanno sostenuto ed affrontato tutto il torneo – prosegue Trucco – Faccio loro un grosso applauso per il risultato ottenuto, ma soprattutto sono contento per quanto visto in acqua. Al di là del risultato finale, c’è stato un progressivo miglioramento, partita dopo partita. Ho visto ottime cose, ma anche tante altre da rivedere e perfezionare. La strada è lunga, dobbiamo lavorare tutti ancora tanto con dedizione e umiltà per farci trovare pronti ad affrontare un campionato che si prospetta difficile e combattuto, ma spero anche il più lungo possibile. Non possono certo mancare i miei complimenti ai ragazzi più piccoli degli Under 14 che ci hanno fatto divertire e gioire per il primo posto con un percorso netto dall’inizio alla fine. Anche per loro, però, adesso tanto lavoro perché c’è sempre bisogno di crescere e migliorarsi. E’ stato fantastico, dopo un lungo periodo di crisi dovuto alla pandemia, poter rivedere insieme tanti atleti, tecnici, e tifosi presenti sulle tribune. Un bellissimo segnale per il nostro sport che dimostra come, con la giusta organizzazione e le dovute cautele, tutto possa ripartire con forza e al meglio“.

Vorrei spendere due parole per tutto lo staff di Perugia, a partire da Luca e tutti i collaboratori che hanno svolto un lavoro immenso per rendere possibile tutto questo – chiude il tecnico biancorosso – Sono stati attenti ad ogni piccolo dettaglio e pronti ad ogni esigenza ed è merito loro se questa manifestazione sta diventando, anno dopo anno, tra le più quotate in Italia con un tasso tecnico delle società partecipanti altissimo“.

Un’esperienza fantastica per noi e per tutti i ragazzi che finalmente hanno respirato l’aria del vero sport – aggiunge Simone Robello, che ha seguito particolarmente gli Under 14 – Sono state giornate coinvolgenti, con piscine piene come non si vedeva da tempo. Complimenti agli organizzatori, al pubblico e ai genitori che sono venuti fino a Perugia per fare il tifo. In acqua, per quanto riguarda gli under 14, abbiamo fatto un girone perfetto, poi affrontato il Bogliasco, che non è mai facile, e quindi il Trieste: in quest’ultima gara, a parte qualche minuto di black out, siamo stati perfetti. Speriamo sia la prima serie di tante altre giornate così“.

Condividi