La Lubrano Tennis Academy e il Centro del prof. Avagnina insieme per la cura del piede a 360 gradi

Il professor Avagnina insieme a Giorgia Mortello

La Lubrano Tennis Academy sviluppa una nuova partnership in ambito medico.

La struttura del maestro Marco Lubrano è continuamente al lavoro per stringere rapporti importanti a beneficio della crescita dei propri atleti.

Il Centro di Podologia Medica e Sportiva di Sanremo del Professor Luca Avagnina e della Dott.ssa Camilla Avagnina è, da 30 anni, un’eccellenza dal punto di vista della prevenzione degli infortuni e della medicina e chirurgia del piede. Il Professore è Dottore in Podoiatria e Specialista in Podoiatria dello Sport.

In oltre 30 anni, Luca e Camilla Avagnina hanno sviluppato una nuova scuola di pensiero e di terapie definita “Podolistica”, che prevede un innovativo approccio biomeccanico & posturale olistico partendo dai piedi per l’analisi e il trattamento di molti problemi osteo musco articolari di tutto il corpo. “Il tennis è sempre stato il mio sport preferito fin da ragazzo, sport che ho praticato e che ho sperimentato sul campo. Ho conosciuto Fabio Fognini sin dall’età di 12 anni quando veniva nel mio studio a Sanremo – afferma Avagnina – e negli anni ho poi collaborato con molte tenniste del circuito WTA come Roberta Vinci, Mara Santangelo, Karin Knapp, Daniela Hantchucova, Polona Hergog, e tantissime altre, nonché con molti giocatori del circuito ATP come, ad esempio, Andreas Seppi, Thomas Fabbiano, Gianluca Mager, Simone Bolelli, Lorenzo Giustino, Alessandro Giannessi, oltre a tantissimi altri tra i primi 300 del mondo”. L’impegno del Centro sanremese è anche dedicato al mondo del calcio professionistico. “Ho avuto come pazienti calciatori del calibro di Milito, Stam, Falcao, Simeone, Inzaghi, Amoruso, Sculli, e tanti altri, e cosi via in altri sport come il ciclismo e il basket”.

Il professor Avagnina insieme a Federico Placidilli
Il professor Avagnina insieme a Federico Placidilli

Il rapporto con la Lubrano Tennis Academy affonda le radici lontano nel tempo. “Seguivo già da diversi anni in Fed Cup la Santangelo e la Vinci, e loro mi hanno presentato Giorgia Mortello che si allenava a Villa Aurelia di Roma insieme al preparatore atletico Marco Panichi (ora al seguito di Djokovic n.d.r.): da giocatrice professionista, Giorgia si rivolse a me per alcuni problemi podalici che risolvemmo grazie ai nostri specifici plantari”.

L’ingresso nel team della Lubrano Tennis Academy prevede per gli atleti la possibilità di accedere a un percorso in tema di prevenzione di eventuali patologie del piede, e/o del sistema muscolo scheletrico sovrastante come caviglie, ginocchia, anche e colonna.

Quando l’obiettivo è quello di arrivare in salute a giocare a tennis occorre sempre fare una visita Podoiatrica per capire come sei fatto.  “La mia consulenza prevede la collaborazione con lo staff dei preparatori atletici e con i fisioterapisti della Lubrano Tennis Academy per comprendere a fondo quali difficoltà possono esistere alla base di una mancata performance e, spesso, anche consigli e ricerche delle giuste scarpe da tennis adatte a ogni determinato tipo di piede che possono avere i miei pazienti, uno diverso dall’altro”.

Ecco perché trent’anni di esperienza portano il professor Avagnina a creare il metodo Podolistico, con l’unione della Podologia (studio del piede) con l’Olistica (globalità, completezza e visione di insieme). “Non è una tecnica ma una metodologia mediante la quale si vede il corpo nel suo insieme – conclude il Professor Avagnina – Non esiste una postura ideale per tutti perché tutto è soggettivo ed espressione personale di un continuo adattamento del corpo e dei suoi movimenti in relazione agli stimoli esterni. Da 30 anni faccio questo lavoro con passione. So quando serve plantare, quando no e quale terapia. Prima di tutto sono un clinico…”.

Per ulteriori approfondimenti: www.podosport.it www.dravagnina.it.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.