Giovanni Sciaccaluga campione italiano nei 1500

Condividi

Dustin ce l’ha fatta di nuovo! Alla sua seconda partecipazione al Campionato Italiano Paralimpico di Nuoto in Acque Libere, Giovanni Sciaccaluga si è confermato campione d’Italia, dominando la distanza dei 1500 metri riservata alle classi sportive S3-S6.

Il Campionato, organizzato dalla Federazione Italiana Nuoto Paralimpico e dalla ASD Progetto AlbatroSS, si è svolto nuovamente in Sardegna, ad Alghero, sabato 18 settembre. La magnifica cornice della baia di Porto Conte ha fatto da sfondo a una giornata dalle perfette condizioni meteo-marine, che hanno permesso agli atleti non solo di esprimersi al meglio, ma anche di godere delle bellezze del luogo.

Quella di Giovanni è stata una gara condotta già dalle prime bracciate, come ci racconta il suo tecnico, Filippo Tassara, che lo ha seguito da vicino anche in questa sfida: «Giovanni attacca subito e si crea un vantaggio incolmabile sugli avversari. Si permette anche qualche variazione di rotta, mantenendo una frequenza di bracciata alta. Finisce quindi in solitaria toccando la piastra in 28’42″6, miglior tempo della gara. Grande Dustin!»
Per il nostro atleta una soddisfazione non da poco quella di centrare per il secondo anno consecutivo il titolo italiano. Ed è proprio Giovanni, poco dopo aver tagliato il traguardo, a riconoscersi i giusti meriti: «È stata una bella gara. Ho nuotato bene». Senza però nascondere i punti critici di una gara condotta perlopiù in solitaria: «Ho perso alcune boe e ho allungato un po’ il tragitto».

Archiviata la 1500 m, prima gara del mattino, ha preso il via la 3 km, che ha visto gareggiare insieme gli atleti FINP, per i titoli italiani delle classi S7-S10 e S11-S13, e gli atleti FIN, agonisti e master, nel Meeting Freedom in Water. Alla partenza di questa seconda gara erano presenti anche atleti del calibro di Gregorio Paltrinieri (GS Fiamme Oro) e Alisia Tettamanzi (Nuotatori Milanesi).

Per la Nuotatori Genovesi non sono mancate le soddisfazioni. Filippo Reggiani è stato il terzo master a fermare il cronometro, con il tempo di 42’49″1, anticipato solamente di due decimi da Simone Di Sabato (Sportiva Nuoto Grosseto) con cui aveva ingaggiato la battaglia per il secondo posto. In campo femminile la seconda posizione è andata a Claudia Tulumello che è arrivata al traguardo in 49’14″6. Entrambi i nostri atleti hanno vinto la classifica nelle rispettive categorie: M40 e M25.

Condividi

Articoli correlati

Progetto E1vvai: domenica la partenza di Massimo Pedersoli

“Sono emozionato e preparato, non vedo l’ora di partire...

Domenica 14 gennaio inizia il “cammino superbo” di Massimo Pedersoli verso Capo Nord

Più di 6.000 chilometri, 300.000 metri di dislivello, 200...

Bic Genova

Be Included Community = Essere Inclusi nella Comunità. È la...

Cambiaso Risso: lo Sport ci rende forti

Il Gruppo Cambiaso Risso nasce a Genova nel 1946....

Insuperabili Genova

Insuperabili è una società sportiva che, insieme ad una...