Fratellanza Pontedecimo chiede aiuto. “Pista da sistemare, attività a forte rischio”

La Fratellanza Pattinaggio Pontedecimo, antica realtà della ValPolcevera, è una
Associazione Sportiva Dilettantistica fondata nel 1949. Detiene il primato di
anzianità, essendo la più antica Società Genovese del settore del pattinaggio
artistico.

Un fiore all’occhiello per la città, è affiliata alla Federazione Italiana Sport Rotellistici.
In continua crescita con oltre 70 atlete iscritte, in una fascia di età che va dalle giovanissime dell’avviamento fino alle campionesse veterane (dai 4 anni ai 20 anni), l’associazione si avvale di diverse allenatrici, tra cui tre federali di terzo livello.

La dirigenza reclama, però, maggiore attenzione da parte delle istituzioni. La sede storica di Pontedecimo, dove tutto cominciò nel primo dopoguerra, necessita di manutenzione straordinaria, in quanto serve poter sistemare la copertura dell’impianto necessaria a organizzare manifestazioni come il Trofeo Bellocchio. 

Negli ultimi quindici anni le sorelle Alessandra e Francesca Pattarozzi con l’aiuto di Laura Campora hanno dato nuovo impulso all’associazione che è cresciuta cercando nuovi spazi cittadini ed avviando un altro centro di pattinaggio su rotelle nel comune di Casella.

La società ha riunito un nutrito gruppo di ragazze e genitori che credono nei valori cardine
dell’associazione e promuovono, in accordo con le finalità del circolo della SOMS Fratellanza
Pontedecimo, questo sport di nicchia.

Ma qual è la finalità principale della Fratellanza Pattinaggio?
“Il fine della nostra società è la promozione dello sport sotto il profilo sociale, educativo ed etico, per creare nuove opportunità di crescita per le ragazze o i ragazzi in un ambiente sano e all’aperto” spiega la dirigenza.  A tal fine la Fratellanza Pattinaggio ha partecipato all’avvio di un progetto, per le classi prime, seconde e terze per l’anno scolastico 2018/2019, promosso dall’Istituto Comprensivo Pontedecimo per la Scuola Primaria N. Gallino in collaborazione con la nostra allenatrice (U.I.S.P) Giulia.

L’attuale situazione della pista è estremamente precaria.  Per la pavimentazione esistente non risulta più sufficiente la manutenzione ordinaria, in quanto necessita di un rifacimento globale del fondo. Ad oggi, sono necessarie delimitazioni della zona di utilizzo durante gli allenamenti; tali delimitazioni sono realizzate con l’ausilio di ‘conetti’ posizionati in corrispondenza delle zone a rischio, in modo tale da interdire il passaggio alle atlete e quindi salvaguardare la loro incolumità.

In sintesi, ecco i lavori complessivi che Fratellanza Pattinaggio necessità per adeguamento impianto. Smontaggio ed adeguamento delle ringhiere, rivestimento del pavimento esistente con posa rete elettrosaldata e successivamente una gettata in cemento armato, ripristino di rampa d’accesso a pista di pattinaggio e illuminazione con inserimento di luci a led a basso risparmio energetico.

Oltre settant’anni di storia e impegno a favore dei giovani pattinatori. Un grande impegno che merita la massima attenzione istituzionale e di eventuali privati interessati a dare una mano a far crescere un importante presidio socio-educativo.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.