Tokyo: quinto Mirabile nel doppio misto

Il genovese Gian Filippo Mirabile (Sportiva Murcarolo), in coppia con Chiara Nardo, conclude la Paralimpiade di Tokyo al quinto posto.

Un’annata in crescendo culminata nella qualificazione a Tokyo avvenuta nella decisiva regata di Gavirate lo scorso 5 giugno. Una Paralimpiade disputata con determinazione e motivazione a livelli massimi, come dimostra il graduale miglioramento delle performance in ciascuno dei tre giorni di gara (batteria, recupero, finale).

Una finale cercata e voluta per questa formazione che ha all’attivo solo tre gare in altrettanti eventi internazionali, compresa proprio la Paralimpiade. Una finale che oggi Chiara Nardo e Gianflippo Mirabile disputano su una barca che è assente da nove anni (risale a Londra 2012 una finale nel doppio conclusa al sesto posto). Con la consapevolezza di essere parte di una gara che si preannuncia dura, i due azzurri in corsia sei si staccano dai blocchi di partenza all’unisono con gli altri avversari e iniziano la loro corsa, testa in barca, verso il traguardo. L’Olanda balza al comando seguita dalla Cina, mentre l’Italia nella parte iniziale è nella mischia delle retrovie. Lotta serrata, invece, tra Olanda e Cina per la prima posizione e al passaggio dei primi 500 metri la barca cinese ha la meglio su quella olandese, mentre a seguire passano nell’ordine Gran Bretagna, Polonia e Italia. Subito dopo i 500 metri la Cina prende il lago staccando l’Olanda che subisce anche l’attacco della Gran Bretagna che balza in seconda posizione, mentre gli azzurri, con trentacinque colpi, a metà gara sono sesti dopo essere stati superati dalla Polonia. Nella seconda parte di gara il gioco per il podio pare già definito con la Cina che continua la sua corsa vincente seguita dalla Gran Bretagna che va comunque all’attacco cinese, mentre per la terza posizione c’è l’Olanda. I britannici a 1400 metri sferrano un attacco al cardiopalmo e superano la Cina, mentre a seguire l’Olanda consolida la terza posizione e l’Italia è sesta. Negli ultimi trecento metri la Gran Bretagna si scatena e va a vincere una straordinaria medaglia d’oro, mentre l’Olanda accortasi della difficoltà cinese che paga la prima parte di gara, la attacca e sul finale supera i cinesi vincendo l’argento. Cina terza con l’Italia che negli ultimi 500 metri va all’attacco per ricuperare posizione e supera i polacchi portandosi al quinto posto e migliorando il risultato paralimpico di questa barca.

1. Gran Bretagna (Laurence Whiteley, Lauren Rowles) 8.38.99, 2. Olanda (Annika Van der Meer, Corne de Koning) 8.43.85, 3. Cina (Shuang Liu, Jijian Jiang) 8.49.42, 4. Ucraina (Svitlana Bohuslavska, Iaroslav Koiuda) 8.54.97, 5. Italia (Chiara Nardo-SC Padova, Gianfilippo Mirabile-SS Murcarolo) 9.11.65, 6. Polonia (Jolanta Majka, Michal Gadowski) 9.29.81.

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.