Tokyo: quinto posto per la Nazionale di Sincro

La forza di andare avanti dopo diciotto mesi che hanno messo in ginocchio il mondo intero. La voglia di rialzarsi e combattere come guerrieri (medici, infermieri, ristoratori, commercianti, società sportive e federazioni) raccontata e interpretata con intensità dalla squadra azzurra che emoziona e sale al quinto posto nella finale olimpica della routine libera. Le azzurre sorpassano il Canada, che le precedeva di un decimo di punto dopo il tecnico. Il Giappone è quarto ad oltre quanto punti , ma il Ringhio Team ha dimostrato di avere le potenzialità per ridurre il gap lungo il cammino verso i Giochi di Parigi.
Beatrice Callegari, Linda Cerruti, Costanza Ferro, Domiziana Cavanna, Francesca Deidda, Costanza di Camillo, Gemma Galli, Enrica Piccoli, terze in ordine d’apparizione, si esibiscono nell’esercizio “Le Guerriere”, con la coreografia di Anastasia Ermakova e la musica “Final Fight” del sopraffino autore partenopeo Antongiulio Frulio, che vanta collaborazioni con Marina Rei, Niccolo Fabi, Roberto Pregadio, Riccardo Sinigallia, Tiromancino, PierCortese, Tony Esposito, Mauro di Domenico, Nino D’Angelo e Giorgia.
Le azzurre incantano, volano e commuovono per la carica, il trasporto e la classe che mettono per l’intera routine. Nell’esercizio c’è tutto e anche di più: combinazioni di spinte e torri, composizioni di figure geometriche regolari e simmetriche, giochi di coppie, angolazioni importanti e ampie, salti spettacolari e ben eseguiti. Le altezze sono estese e denotano la solità finezza e sensualità. In acqua non si vuol lasciare nulla, uscendone con la consapevolezza di aver dato tutto. Il “Ringhio Team” esce dall’acqua con gli occhi brillanti e un po’ lucidi dalla commozione. I giudici, questa volta, le premiano come meritano con 92.8000 (27.9000 esecuzione, 37.2000 impressione artistica, 27.7000 difficoltà) che si sommano ai 91.3372 del tech, per un totale di 184.1372 punti che valgono il quinto posto come a Rio 2016 dove però si erano fermate a 183.3809. E’ sorpasso nei confronti del Canada che è sesto con 184.0325, il Giappone è quarto distante poco più di quattro punti (188.3106). Vince da padrona la Russia con 196.0979, l’argento è della Cina con 193.5310 e il bronzo dell’Ucraina con 190.3018

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.