Under 18: bronzo per le giovani bogliaschine a Monterotondo

La pallanuoto giovanile italiana si colora ancora una volta di biancazzurro.

Per la sesta volta nelle ultime sette edizioni, l’undicesima in vent’anni, la formazione Allieve del Bogliasco 1951 centra infatti un piazzamento sul podio tricolore e il suo tecnico, Mario Sinatra, si conferma l’allenatore più premiato del movimento nazionale.

Il colore della medaglia conquistato questo pomeriggio a Monterotondo, sede delle Final Four Scudetto Under 18, non è accecante come l’oro vinto nei due campionati precedenti ma è il valore del bronzo strappato alle cugine della Locatelli è ugualmente prezioso. Soprattutto perché ottenuto con una squadra giovanissima, con l’età media più bassa del torneo.

Dopo aver ceduto ieri in semifinale al fortissimo Catania, il passaggio sul podio le bogliaschine se lo sono aggiudicate vincendo il derby tutto genovese. Un successo netto nel punteggio (12-7) che nella realtà è scaturito al termine di una sfida molto più combattuta di quanto non appaia ad un semplice consulto del tabellino. Per oltre due tempi e mezzi, infatti, la gara è rimasta sostanzialmente in equilibrio, e soltanto sul finire del terzo quarto le ragazze di Mago Sinatra hanno preso il largo in maniera inesorabile e sontuosa per poi impazzire di gioia al momento della sirena.

“Faccio davvero degli enormi complimenti alle mie ragazze che sono state molto brave, determinate e concentrate – commenta Sinatra – Terminare una stagione come questa con una medaglia è un’enorme soddisfazione, oltre che un premio meritato per quanto fatto durante l’anno. In questi giorni di Olimpiadi si fa un gran parlare del peso che ha una medaglia di bronzo. A parte il fatto che una medaglia è sempre importante, così come arrivare ad una Final Four lo è a prescindere, personalmente ritengo che a livello giovanile la finale per il terzo posto sia fondamentale per la crescita di chi la affronta. Quando giochi una finale per l’oro non ti servono stimoli né motivazioni, tutto viene da sé. Quanto lo fai per il bronzo, invece, devi essere bravo e maturo per lasciarti alle spalle la delusione della semifinale e per chiudere la stagione con un sorriso. Noi oggi l’abbiamo fatto e siamo contente, anche perché per molte di noi questo è il primo alloro di un certo valore. Ora godiamo un po’ questo momento e poi tuffiamoci nella prossima avventura”. Che per il Bogliasco femminile significa semifinali del campionato Under 15, in programma sabato e domenica a Padova, alle quali prenderanno parte ben nove delle atlete premiate oggi a Monterotondo

Condividi