Padel: gli imperiesi Giovannini e Giammusso tra i migliori d’Italia

Ci sono anche due imperiesi, espressione della Don Quique Padel Academy, tra i più promettenti giovani del panorama italiano. Pietro Giovannini e Francesco Giammusso, rispettivamente classe 2007 e 2008, seguiti dal coach Mirko Bertone, nei giorni scorsi hanno ottenuto uno straordinario 2° posto nel Master Under 14, tappa finale del circuito nazionale, disputato al Bola Padel Club di Roma, uno dei circoli più frequentati e all’avanguardia d’Italia. L’unico k.o. del tabellone, dopo sei vittorie di fila, è arrivato nel match conclusivo, di misura (6-3, 4-6, tie break 10-8) contro i quotati fratelli Sargolini, beniamini di casa.
Le prestazioni dei due giovanissimi tesserati per il Don Quique Imperia non sono passare inosservate agli occhi dei responsabili azzurri e dei tanti addetti ai lavori (tra cui il presidente della Federazione Internazionale Padel, Luigi Carraro, recentemente rieletto ai vertici del movimento) presenti in loco, tanto che Pietro e Francesco si sono guadagnati la convocazione per il raduno azzurro in vista del Mondiale di categoria, in programma nel
mese di settembre in Messico. Lo stage, che si è tenuto a metà di questa settimana presso il glorioso Villa Pamphili Padel Club di Roma, è stato curato da Marcelo Capitani, italo-argentino, ex n° 20 del ranking mondiale, grande protagonista della crescita del padel nella Penisola, oggi c.t. della nazionale juniores. uno dei tecnici italiani più noti e grande talent scout.
“Il livello di gioco espresso da Pietro e Francesco è stato molto alto – afferma il loro allenatore Mirko Bertone– Hanno sorpreso anche me. Abbiamo ricevuto i complimenti dello staff federale, sia per le capacità tecniche che per il comportamento in campo e fuori”.
Giovannini e Giammusso sono in questo momento l’apice del ricco vivaio Don Quique. “Per noi è un periodo ricco di soddisfazioni. Dopo il successo del torneo Open ospitato sui nostri campi, ecco i nostri ragazzi alla
ribalta. Il nostro circolo conta oggi una cinquantina di giovani e giovanissimi, dagli agonisti della Academy sino ai bambini della DQ Kidsspiega il presidente Giovanni FornaroSiamo orgogliosi dei risultati sin qui ottenuti, frutto della bravura e dell’impegno degli atleti, ma anche dell’ottimo lavoro dei maestri che li seguono.
Per far crescere ulteriormente il livello, contiamo di portare presto ad Imperia un tecnico di comprovato valore e di grande esperienza internazionale”.
Condividi