Tokyo: fantastico Alberto Razzetti, è in finale nei 400 misti

La prima sessione di batterie inaugura il nuoto alla 32esima edizione dei Giochi Olimpici di Tokyo. Il palcoscenico è l’avveniristico e suggestivo, nonostante l’assenza di pubblico, Tokyo Aquatics che potrebbe ospitare 15000 spettatori.
Si apre con i 400 misti e un super Alberto Razzetti che lascia aperta la porta dei sogni e vola in finale con il quinto tempo. Il 22enne ligure – allenato dal tecnico federale Stefano Franceschi – nuota in primato personale in 4’09”91, a soli tre centesimi dal record italiano di 4’09”88 di Luca Marin del 2007, abbassando il 4’11”17 siglato a Budapest lo scorso 23 maggio per l’argento europeo. “Direi che centrare la finale al primo colpo è il modo migliore per iniziare – spiega “Razzo”, tesserato per Fiamme Gialle e Genova Nuoto My Sport – Sono veramente felice. Il tempo è molto buono, peccato per quei pochi centesimi che mi separano dal record italiano.  Le sensazioni sono veramente ottime. Per me essere qui è già un sogno, peccato per l’assenza del pubblico ma è tutto bello comunque: un’emozione unica”.  Il più veloce è l’australiano Brendon Smith in 4’09”27. Eliminato Pier Andrea Matteazzi (Esercito/In Sport Rane Rosse) in 4’16”31.

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.