Un giugno ricco di ripartenze e competizioni nazionali per la Pro Recco Judo

Protocolli rigidi e rispetto delle regole hanno permesso al judo di ripartire in totale sicurezza: tempi un po’ più lunghi ma organizzazione impeccabile per tutte le prove finora svolte, in cui la Pro Recco Judo si è messa in grande mostra.

I primi a partire il 5 e 6 giugno sono stati gli under 18. Un solo cadetto qualificato, Nicolò Morelli (cat. 55 kg) a tener alti i colori bianco celesti. Buona la sua prova anche se ha dovuto accontentarsi del 10° posto.

Il 12 e 13 giugno al Palasport S. Bandinelli di Velletri sono i judoka della categoria Junior a cimentarsi sui tatami. Simone Pensa si piazza al 9° posto nella categoria fino a 90 kg mentre Simone Casareto (cat. 60 kg) si arrende soltanto in finale 3°/5°, dopo un eccellente percorso. Nulla di fatto per l’unica rappresentante femminile, Beatrice Biasotti (cat. 70 kg), che purtroppo non passa le eliminatorie.

Nutrita invece la compagine degli atleti senior, qualificati grazie all’ottima posizione in ranking-list nazionale, alle finali che si sono svolte a Lignano il 19 e 20 giugno.

Sabato sono le categorie maschili a sfidarsi dopo i lunghi mesi di assenza dalle competizioni.

Per la categoria fino a 66 kg 12° posto per Simone Albarello, 9° per Luca Macrì e 7° per Nicolò Casareto. Sale sul secondo gradino del podio Gabriele Mancioppi che cede soltanto in finale all’avversario lombardo Samuele Fascinato.

Ottima la prova di Alessio Angiletta che nella categoria fino a 73 kg ottiene un eccellente 5° posto.

Podio anche per Lorenzo Parodi che vince brillantemente la finale 3°/5°. Nella stessa categoria si piazza 9° Stefano Ferrari.

Prova senza incertezze per Matteo Rovegno (cat. 90 kg) che l’ha portato dritto alla finale contro Carbone Claudio della Polisportiva Castelverde, di Roma, sul quale si è imposto portando a casa una meritata medaglia d’oro. Nella stessa categoria buona la prova di Mattia Atzori, piazzatosi quinto.

I due podi e gli ottimi piazzamenti di tutti gli atleti hanno permesso alla società recchelina di piazzarsi al secondo posto nella classifica per società.

Domenica sono le categorie femminili a contendersi il titolo nazionale. Salgono sul secondo gradino del podio Tea Patri (cat. 57 kg) ed Emanuela Campanella (cat. 70 kg). Ottima la prova di Tea che cede all’avversaria per shido (ammonizioni) dopo un incontro finito al secondo minuto di Golden score.

Sempre nella categoria 57 kg si piazza al 5° posto Simona Boccotti mentre al 9° troviamo Michela Piaggio.

Buona anche la prestazione di Manuela Sarli che arriva quinta sempre nella categoria fino a 70 kg.

Nella classifica per società la Pro Recco si piazza subito ai piedi del podio.

Il duro lavoro svolto anche in questi mesi di pandemia premia gli atleti della Pro Recco Judo. Oltre agli eccellenti risultati ottenuti, alcuni di loro hanno conquistato fiducia da parte dello staff della nazionale.

Tea Patri, Simona Boccotti, Lorenzo Parodi e Matteo Rovegno sono stati, infatti, più volte convocati ai raduni della nazionale, grande occasione per loro di mettersi alla prova e opportunità unica di crescita.

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.