Un Italsincro molto ligure qualificato alle Olimpiadi con Squadra e Duo

L’Italia del nuoto sincronizzato vince la prova a squadre delle qualificazioni olimpiche, in svolgimento a Barcellona, con 184.0249 punti e si qualifica ai Giochi di Tokyo. Un risultato che garantisce in automatico il pass olimpico anche al duo che sabato non sarà in gara. Nella routine libera le azzurre ottengono 93.2332 punti (27.9000 per l’esecuzione, 37.3332 per l’impressione artistica e 28.000 per le difficoltà). Con l’esercizio tecnico venerdì avevano già guadagnato la prima posizione (90.7917) che hanno brillantemente confermato. Alle loro spalle la Spagna (182.5206) e la Grecia (175.9000), che conquistano gli altri due pass in palio; primi degli esclusi gli Stati Uniti (175.7882).

Le azzurre incantano, volano e commuovono nell’esercizio “Le Guerriere”, con la coreografia di Anastasia Ermakova e la musica “Final Fight” del sopraffino autore partenopeo Antongiulio Frulio, che vanta collaborazioni con Marina Rei, Niccolo Fabi, Roberto Pregadio, Riccardo Sinigallia, Tiromancino, PierCortese, Tony Esposito, Mauro di Domenico, Nino D’Angelo e Giorgia.
Dopo i 18 mesi che hanno messo in ginocchio il mondo intero, le azzurre hanno voluto rappresentare la forza che tutti hanno dimostrato per rialzarsi come guerrieri, dando un segnale di speranza per il domani. Futuro che per l’Italsincro è l’Olimpiade di Tokyo con squadra e dupo.
Le qualificazioni olimpiche proseguiranno in concomitanza con le World Series: Giorgio Minisini e Lucrezia Ruggiero – campioni d’Italia con 89.6667 punti agli assoluti invernali – domenica si esibiranno nella routine libera del duo misto alle 19:00.

 

La soddisfazione del direttore tecnico Patrizia Giallombardo. “Siamo molto molto felici di questo risultato, perché arriva dopo una serie di infortuni e in casa delle nostre antagoniste. Le ragazze sono state perfette e hanno nuotato in maniera impeccabile. E’ il primo 93.0000 che prende l’Italia e ciò rappresenta una crescita importante. Abbiamo portato una routine molto difficile e che è stata ben accolta. Adesso abbiamo cinque settimane prima delle Olimpiadi, per migliorarci ulteriormente e crescere ancora. Dedico la qualificazione olimpica a tutte le atlete e a tutto lo staff della Nazionale. Lasciamo alle spalle un anno e mezzo molto duro, soprattutto psicologicamente: le ragazze non gareggiavano in nazionale dai mondiali di Gwangju”.

Olimpiadi di Tokyo (2-7 agosto)
Parteciperanno 10 squadre e 22 doppi per un totale di 104 atlete (8 per ogni squadra + 24 dei 12 doppi senza squadra) Le squadre qualificate sono il Giappone, la Russia, l’Australia, l’Egitto, la Cina, l’Ucraina, il Canada e, dalle qualificazioni olimpiche di Barcelona, l’Italia la Spagna e la Grecia. I doppi qualificati saranno 22 compresi i 10 relativi alle squadre e Nuova Zelanda, Sud Africa, Kazakistan e Messico.

Selezione italiana per qualificazione olimpica. Atlete: Beatrice Callegari (Marina Militare/Montebelluna Nuoto), Domiziana Cavanna (Fiamme Oro/RN Savona), Linda Cerruti (RN Savona/Marina Militare), Francesca Deidda (Fiamme Oro/Promogest), Costanza Di Camillo (Marina Militare/RN Savona), Costanza Ferro (RN Savona/Marina Militare), Gemma Galli (Marina Militare/Busto Nuoto),  Federica Sala (RN Savona), Alessia Pezone (Aurelia N/Fiamme Oro), Enrica Piccoli (Montebelluna/Fiamme Oro). Staff: consigliere federale Antonio De Pascale, direttore tecnico Patrizia Giallombardo, tecnico responsabile degli esercizi di squadra Roberta Farinelli, assistente tecnico Rossella Pibiri, medico di settore Gianfranco Colombo, fisioterapista Sara Lupo: aggregato il giudice Paolo Menin. Per le World Series convocati Giorgio Minisini e Lucrezia Ruggiero (Aurelia Nuoto/Fiamme Oro). Giudice aggregato Paolo Soro.

Musiche e coreografie

Squadra libero “Le Guerriere”
Musica FINAL FIGHT di Antongiulio Frulio
Coreografia Ermakova Anastasia

Squadra tecnico “Super Eroi “
Musica WE CAN BE SUPERHEROES di Antongiulio Frulio
Coreografia staff nazionale italiana

Duo Tecnico Linda Cerruti – Costanza Ferro “Women Human Machines”
Musica Concerto a Song from Humans and Machines di Michele Braga
Coreografa Patrizia Giallombardo

Duo Libero Linda Cerruti – Costanza Ferro “La RIpartenza”
Musica Fear Dont Know My Name X Ray Dog di Tulimanu Te Vaka
Coreografia Patrizia Giallombardo

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.