Grande chiusura a Genova per la Coppa del Mondo di Danza Paralimpica

281

Tutti in pista per la festa finale con la torta e i selfie per ricordare a lungo questo momento. Si è chiusa così la Coppa del Mondo di Danza Sportiva in Carrozzina, celebrata nella prima settimana di giugno presso il Tower Hotel Airport di Genova. Un grande abbraccio collettivo che ha coinvolto proprio tutti: atleti, accompagnatori, tecnici, giudici e staff. Le premiazioni finali, gli inni nazionali degli ultimi vincitori e poi la cerimonia di chiusura di un grande evento sportivo che ha segnato la ripartenza del movimento della danza in carrozzina dopo la pausa forzata causa Covid-19.

Il bilancio finale è più che positivo per Michelangelo Buonarrivo, presidente Fids Liguria e team leader del Comitato Organizzatore. “Il ringraziamento va a tutti gli atleti, i tecnici, ai giudici di gara e a tutto lo staff che ha lavorato costantemente e permesso di realizzare questo grande evento in un momento così difficile, una manifestazione che rappresenta davvero la ripartenza di tutto il movimento. Genova, in piena pandemia, ha scommesso su questo evento e vederlo realizzato è motivo di grande orgoglio. Siamo molto soddisfatti per la grande partecipazione e per l’ottima riuscita di tutta l’organizzazione. Da Genova parte un messaggio di inclusione, amicizia tra le delegazioni e sana rivalità sportiva: questa è la World Para Dance”.

 

Musica, arte e le spettacolari coreografie e acrobazie di oltre 300 atleti, nove campioni del mondo in carica, che hanno accompagnato la tre giorni di gare al Tower Genova Airport Hotel. Emozioni forti quando in pista sono scesi i giovanissimi danzatori: la piccola Ginevra Accoto, 11 anni, in carrozzina accompagnata da Samuele Parodi. Segno che la danza è inclusione e amicizia. “Sono il futuro, sono il messaggio di speranza per chi vorrebbe avvicinarsi a questa disciplina e ha qualche timore reverenziale” spiega ancora Buonarrivo.


L’ultima giornata di gare ha visto il pieno di medaglie ancora per i forti atleti dell’Est.
Nel Conventional Class 2 femminile vittoria finale per l’ucraina Olena Chynka che si è ripetuta nel Duo Class 2 Latin in coppia con il connazionale Oleksandr Onishchenko. Nel Duo Class 1 Latin primo posto per i danzatori polacchi Pawel Karpinski e Magdalena Matusiak.

Nel Conventional Class 1 femminile vittoria finale per l’Ucraina Illona Slugovyna. Le note dell’inno russo per suggellare il successo nel Combi Freestyle Class 2 della coppia di danzatori composta da Nikolai Gapon e Galina Ryzhkova. Ottavo posto per i savonesi Enrico Gazzola (World Dance Liguria) e Corinna Parodi. Infine nel Combi Freestyle Class 1 la vittoria ancora agli Ucraini Ihor Bozhenko e Snizhana Kernychna. Settimo posto per la savonese Chiara Bruzzese (Semplicemente Danza) accompagnata da Anthony Oggero Alves.


La World Para Dance Cup è stata organizzata da World Dance Liguria
 grazie al contributo del Comune di Genova e della Regione Liguria con la collaborazione dell’Aeroporto di Genova, della Croce Rossa Italiana, di ASL 3 Liguria, del Tower Genova Airport Hotel, della Federazione Italiana Danza Sportiva e del Comitato Italiano Paralimpico.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.