Serie A femminile, regna l’equilibrio: un terzetto ligure in vetta

Dopo una sola giornata in cui sul tetto della classifica si erano insediate quattro delle otto protagoniste, a due turni dal termine della qualifica, la situazione ha riproposto il trio che parla ligure, con la genovese Abg, la ventimigliese Gsp e l’imperiese Pontedassio.

La dodicesima giornata del massimo campionato femminile, oltre a confermare la già acquisita partecipazione ai playoff delle citate capolista, Costigliolese compresa, ha chiuso pure il capitolo playout.  

MATCH CLOU – Sui terreni ventimigliesi si è celebrato il match clou fra Gsp e Costigliolese. E le emozioni scaturenti dalle sorprese, oltre che dalla bravura delle protagoniste, ne hanno confermato e giustificato l’appellativo. Le cuneesi di Marco Alberti non si sono fatte pregare e a petto in fuori hanno subito mostrato alle padrone di casa il bellicoso intento di mirare al bottino pieno. Il secondo successo della terna Durbano-Bottero-Rinaudo, e le conferme delle soliste Rolando (8 punti su 10) e Dedominici (16 punti su 20), mitigate dalla prima sconfitta, dopo 6 vittorie, di Franca Bellino ad opera di Scalise, hanno messo apprensione nelle file di casa. La reazione è arrivata puntuale, firmata dall’inedita terna Bagalà-Romeo-Pierron, da una delle migliori soliste del campionato, Binisti, e da Messina, che ha sprintato su Durbano. Sul fronte opposto la risposta di Bottero ha proposto l’intrigante parziale di 8-8. E qui la sfida fra le tre coppie ha regalato alle frontaliere i quattro punti per brindare. Merito del tandem Bagalà-Romeo e di quello inedito composto da Scalise-Gastaldo, mentre il confronto fra le migliori coppie, Rosina Greco-Binisti e Biglione-Bottero, ha premiato quest’ultima. Per il tecnico del Gsp, Riccardo Visconti: “Nelle partite del primo turno abbiamo giocato sottotono. Ho notato molta tensione, con l’inevitabile calo di rendimento. Sicuramente al di sotto dei consueti livelli che ci contraddistinguono. Va però dato il giusto merito alle avversarie, brave a metterci in difficoltà, soprattutto con le loro atlete in orbita Nazionale. Fortunatamente le cose sono cambiate nella fase centrale e la reazione ci ha consentito di presentarci alle battute conclusive in parità. A quel punto ho pensato di schierare due coppie più affiatate per poter cogliere i quattro punti mancanti, ma soltanto una ha risposto all’appello, mentre l’altra è crollata dinanzi ad una superlativa Bottero, in stato di grazia. Per fortuna ci hanno pensato Scalise e Gastaldo, insieme per la prima volta, a mettere il sigillo mancante. Un bell’incontro, molto livellato. I giochi sono fatti da tempo, ora vediamo come saranno gli incroci dei playoff”. 

LIMACCIOSE – Per motivi diversi, legati alle acque limacciose della classifica, le attese erano rivolte anche al confronto Caragliese – La Bisalta, divise da 6 punti, con 9 ancora in palio. Ne è scaturito un duello avvincente, pure questo deciso lungo il rettilineo finale. L’equilibrio firmato da una parte dalle soliste Martini (undici successi su undici per Elena) e Caivano, dall’altra dalla terna Einaudi-Fantino-Gerbotto e Tallone, tale è rimasto anche dopo le sfide del secondo turno dove a Grosso-Galanti-Martini e Angonova, hanno fatto eco Rossi e Einaudi. Le speranze del club di Peveragno, alimentate da Biarese-Einaudi, sono svanite sotto i colpi di Grosso-Martini e Caivano-Galanti. 

VELENO – Anche l’Auxilium ha cercato il colpo grosso ai danni della capolista Pontedassio, ma pure per le saluzzesi è risultato fatale il veleno nella coda del match. Sul parziale di 8-8, maturato dopo i successi di Boggero-Mellano-Trova, Dossetto, Cugliari-Dossetto-Masseilot e Trova, e delle soliste liguri Loredana Ardissone, Maura Arimondo, Maurtua e Buschiazzo, le padrone di casa sono riuscite a mettere le mani soltanto sui due punti colti da Masseilot-Mellano, resi inefficaci da Maurtua-Buschiazzo e Maura Arimondo-Claps. 

PROMESSE – Sui campi genovesi dello Zerbino la Centallese ha conosciuto l’undicesima sconfitta. Nessun problema per l’Abg che ha potuto mettere in mostra le sue giovani promesse, Sara Ferrera, Aurora Ferrera e Viola Oliveri. 

I risultati della dodicesima giornata: Gsp Ventimiglia – Costigliolese 12-10, Auxilium Saluzzo – Pontedassio 10-12, Caragliese – La Bisalta 12-10, Abg Genova – Centallese 18-4. 

La classifica: Abg Genova, Gsp Ventimiglia e Pontedassio 27, Costigliolese 24, Caragliese 18, La Bisalta 9, Auxilium Saluzzo 6, Centallese 3.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.