Finale Scudetto: Brescia va sul 2-1, gara 3 di rigore

16

La Pro Recco perde ai rigori in casa del Brescia gara 3 della finale Scudetto: 11-11 al termine dei quattro tempi, 15-13 dopo i penalty. Recchelini quasi sempre sotto per tutta la partita, alla costante ricerca del pareggio: quello che Di Fulvio aveva trovato a 15 secondi dalla sirena. Dai cinque metri poi sbagliano Echenique e Figlioli, mentre il Brescia va sempre a bersaglio.

Brescia avanti sul 2-0 nei primi tre minuti di gioco con la doppietta di Renzuto, in gol dopo 45 secondi e poi in superiorità con un tocco dal palo. La Pro Recco sbatte su Del Lungo, mentre Bijac nega a Di Somma e Cannella il +3. Per sbloccare i ragazzi di Hernandez serve il secondo uomo in più e l’avanzata di Di Fulvio che a 90 secondi dalla sirena non sbaglia davanti al portiere di casa per il 2-1 che chiude il primo tempo.
Secondo quarto che si apre come il precedente: Renzuto, in superiorità, segna il 3-1: gol contestato perché il numero 7 sembra dentro i sei metri al momento del fallo e della immediata battuta. Ci vuole una grande giocata da centroboa di Younger per vedere il secondo gol recchelino. Ivovic e compagni non riescono ad agganciare i lombardi e Christian Presciutti trova il 4-2 con un tiro dai sei metri, deviato. Ci pensa Luongo, con il suo classico gol da 5, a siglare il 4-3 sfruttando l’espulsione di Renzuto a un secondo dal riposo lungo.
La trama del match non cambia nel terzo tempo: Renzuto, in superiorità, segna il quarto gol dei suoi dopo un minuto e trenta secondi. Trascorrono 60 secondi ed Echenique, con Di Somma nel pozzetto, non dà scampo a Del Lungo bucandolo da posizione centrale. A metà tempo ecco il pareggio: lo segna Aicardi, ancora con Di Somma nel pozzetto, servito magistralmente da Nicholas Presciutti (5-5). Dall’altra parte del campo è il fratello Christian, in superiorità, a riportare i suoi in vantaggio. Difese meno attente a Mompiano, si segna da una parte e dall’altra: l’alzo e tiro di Di Fulvio si spegne sotto l’incrocio (6-6). È un costante inseguimento quello della Pro Recco, Echenique da posizione 2 annulla il rigore vincente di Vlachopoulos, Ivovic dai 7 metri il nuovo vantaggio di Christian Presciutti: agli ultimi otto minuti si va sull’8-8.
La Pro Recco perde subito Aicardi, espulso da Gomez insieme a Gitto dopo un minuto di gioco, e Renzuto in superiorità rimette il Brescia davanti. Jokovic va nel pozzetto, Di Fulvio non perdona da posizione centrale (9-9). Il primo vantaggio della Pro Recco arriva a poco meno di cinque dal termine e lo mette a segno Echenique in superiorità. Questa volta è il Brescia a cercare il pareggio e a trovarlo con il secondo rigore di giornata trasformato da Vlachopoulos (10-10). Del Lungo stoppa Mandic, mentre Renzuto – sei gol per lui – non sbaglia davanti a Bijac a 52 secondi dalla sirena. Le emozioni però non sono finite, perché Di Fulvio – quarta rete – trasforma la superiorità a 15 secondi dal termine e manda le squadre ai rigori. Nella Pro Recco sbagliano Echenique e Figlioli: gara 3 è del Brescia. Domani si torna in vasca alle 18:30 (Rai Sport).
“Nel primo tempo abbiamo faticato ad entrare in partita – afferma a fine gara mister Hernandez – nell’ultimo quarto abbiamo avuto due opportunità per andare sul +2, le abbiamo sciupate e poi regalato l’ultimo tiro sui due metri.  Domani abbiamo un’altra battaglia e vogliamo prenderci la rivincita”.
Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.