Gabbia e Mumolo, l’Olimpiade sfuma per poco

38

Sfuma l’obiettivo dell’otto dell’Italia di qualificarsi alle prossime Olimpiadi di Tokyo. Nell’ultimo atto della competizione, disputato nelle acque del Rotsee di Lucerna, i genovesi Cesare Gabbia (Elpis/Marina Militare) e Davide Mumolo (Elpis/Fiamme Oro) chiudono al terzo posto la finale dietro Nuova Zelanda e Romania con il tempo di 5.43.91. Non basta una prova generosa per staccare il pass ma per Cesare, Davide e i loro compagni Mario Paonessa-Fiamme Gialle, Alfonso Scalzone-Fiamme Gialle/RYCC Savoia, Salvatore Monfrecola-RYCC Savoia,  Matteo Sandrelli-CC Aniene,  Vincenzo Abbagnale-Marina Militare, Leonardo Pietra Caprina-Fiamme Gialle/CC Aniene e Gaetano Iannuzzi-timoniere-CC Aniene c’è la consapevolezza di aver tutto contro avversari di grande levatura. 

IL RACCONTO DELLA GARA

Nuova Zelanda, Romania e Cina escono insieme dai blocchi, l’Italia parte cercando di mantenersi in contatto, e passa quarta ai 500 metri dove tra i Kiwi, i romeni e i cinesi nelle prime tre piazze corrono appena 14 centesimi. 40 i colpi del capovoga Pietra Caprina, con l’ammiraglia azzurra incitata dal rientrante timoniere Iannuzzi che vuole restare in gioco per strappare il biglietto per Tokyo. A metà gara la Nuova Zelanda guida per una manciata di centesimi sulla Romania, ma attenzione anche all’ammiraglia del dragone che vuole dare filo da torcere alle due battistrada, mentre l’Italia è sempre quarta. Ai 1500 metri Nuova Zelanda e Romania sono appaiate, momento di appannamento per la Cina che inizia a perdere contatto, con la barca azzurra che cerca di recuperare proprio il treno cinese per tornare in lizza per i pass. Il finale premia la continuità neozelandese, che si prende il pass con il primo posto mentre a Tokyo va anche la Romania. Il rush finale premia gli azzurri con il sorpasso sulla Cina, con il terzo posto che purtroppo non è bastevole per salire sull’aereo per il Giappone

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.