Meeting di Savona: grande spettacolo con tante prestazioni di livello

89
Savona, 13/05/2021 Meeting internazionale Citta di Savona, Memorial Giulio Ottolia, Nella foto: Luca Kozak e Luminosa Bogliolo, 110hs - Foto Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Il decimo Meeting internazionale Città di Savona entra nella storia dell’atletica italiana.

Cade alla Fontanassa il primato italiano della specialità regina dei Giochi Olimpici: Marcell Jacobs con 9”95 diventa l’atleta italiano più veloce di sempre. Accade sul rettilineo opposto dell’anello savonese nel corso delle batterie dei 100 metri: il 26enne bresciano delle Fiamme Oro è protagonista di una gara perfetta e sfruttando un vento da +1,5 m/s si prende il primato italiano Assoluto; il portacolori delle Fiamme Oro toglie 4/100 al limite nazionale corso nel 2018 a Madrid da Filippo Tortu (9”99) e porta il meeting organizzato da Marco Mura nella storia della nostra atletica. Jacobs, nato a El Paso ma cresciuto a Desenzano del Garda e allenato oggi da Paolo Camossi, era l’uomo più atteso dopo il 6”47 del titolo europeo indoor sui 60 piani e conferma in pieno le aspettative, diventando pure il decimo velocista europeo della storia, il migliore quest’anno. Marcell sceglie poi di non correre la finale: il Memorial Giulio Ottolia, legato ai 100 metri, va così al giovane Lorenzo Patta, che distrugge il primato personale scendendo a 10”13 (+1.4per diventare il settimo italiano della storia e superare Yupun Abeykoon a 10”15 (record di Sri Lanka) e Matteo Melluzzo a 10”25 (a un decimo dal record italiano Juniores). Eccellenti tempi anche i 100 donne, pur se vanificati sul piano statistico dal vento (+3,4 m/s): vince l’ivoriana Marie-Josee Ta Lou con 11”11, terza l’azzurra Vittoria Fontana con 11”23 a superare le altre staffettiste azzurre in finale.

Nell’attesissimo appuntamento organizzato da CUS Savona e CUS Genova lo show della britannica Dina Asher-Smith, campionessa del mondo e numero uno del ranking World Athletics, vale un 22”56 (+0.8) che impressiona per la facilità e vale uno dei cinque record del meeting caduti oggi: ottime sensazioni pure per la 20enne azzurra Dalia Kaddari, che con 23”21 toglie 2/100 al personale. La gara maschile va al dominicano Yancarlos Martinez con un 20”57 appena ventoso: l’azzurro Davide Manenti si prende il lusso di battere il bronzo olimpico Christophe Lemaitre 20”91 a 21”03.

Emozioni vere dai 100 ostacoli: trionfa l’ungherese Luca Kozak con 12”81 ma deve faticare per battere le due azzurre Luminosa Bogliolo ed Elisa Maria Di Lazzaro. Bogliolo stampa 12”84 a soli 6/100 dal personale, Di Lazzaro abbatte la barriera dei 13” con 12”90 divenendo la quarta italiana di sempre. Sui 110 ostacoli si conferma il campione in carica e iridato indoor Andrew Pozzi: 13”42 ventoso (+2.8).

In chiave azzurra impressionano anche Alessandro Sibilio e Alice Mangioneil partenopeo vince i 400 ostacoli migliorandosi di oltre 1” per entrare nei primi 10 italiani di sempre con 49”25 battendo il bronzo olimpico Yasmani Copello (49”37); nel 400 metri femminile vinto con il primato del meeting da Marileidy Paulino (un eccellente 50”71) corre forte pure la siciliana con il personale a 52”54. Tra il belga Kevin Borlee e il britannico Rabah Yousif i 400 metri piani maschili sono azzurri grazie al gran finale di Vladimir Aceti: 46”51. Gli 800 metri sono nobilitati dal successo del vicecampione del mondo in carica, il bosniaco Amel Tuka (1’47”86).

Il Trofeo Elio Locatelli conferma nel lungo i vincitori del 2020, sempre con misure di alto livello sia pure al di sotto dei primati del meeting siglati un anno fa: Filippo Randazzo si conferma oltre gli 8 metri (8.05/+0.4) in campo maschile, per Larissa Iapichino un bel 6.56 (+1.6) per superare “di giustezza” Laura Strati (6.52/+0.5) in una gara influenzata nel finale dalle temperature fresche nella quale con 4.96 l’azzurra paralimpica Martina Caironi resta a soli 4 centimetri dal record mondiale T63. L’alto va ad Alessia Trost con 1.84, il peso al lusitano Francisco Belo con 20.67.

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.