Derby Ligure non ancora decisivo per la salvezza, dubbi di tutti i generi per Ballardini

103

I destini si cambiano in un amen, ed anche i conti salvezza. Dieci giorni fa in casa Genoa si confidava di poter giungere al drammatico spareggio dell’ultima giornata a Cagliari con più di tre lunghezze di vantaggio. Ora, invece, dopo i tre exploits consecutivi dei sardi, ci si augura che ad entrambe le squadre possa bastare un punticino per brindare insieme alla fine degli incubi.

A prescindere dall’andatura scudetto degli isolani, non è arduo immaginare che solo il pareggio – figuriamoci la sconfitta… – nel derby con lo Spezia avrebbe spinto il Grifone sull’orlo dell’abisso, con psicodramma incorporato.

Come preconizzato dai realisti, ai rossoblù servono almeno altri due passi avanti – ma tre sarebbero meglio… – per sentirsi con le spalle coperte. Sia Spezia, sia Benevento (che però può giocarsi il jolly della sfida col derelitto Crotone) stanno peggio, ma darle per morte sarebbe un errore fatale, e non è proprio il caso di illudersi che nel trappolone finiscano compagini blasonate come Fiorentina, Toro e lo stesso Cagliari, tutte tecnicamente più provviste – e non di poco – rispetto al Grifone, il cui calendario è irto di difficoltà in almeno tre dei cinque capitoli restanti.

Di sicuro la permanenza in A sarà sofferta come ogni anno, in ossequio alla politica di una società che continua a giudicare il quart’ultimo posto finale come un autentico scudetto. Il derby di sabato, se non altro, ha regalato al Balla un difensore affidabile in più. Convincente, infatti, è stata l’interpretazione offerta da Biraschi nel ruolo di centrale dei centrali, da lui ricoperto in avvio di carriera, quando ancora militava nell’Avellino. Vero, un terzetto di nanerottoli (ovviamente se inquadrati nel calcio moderno, che privilegia la fisicità e la statura) come quello ammirato contro i bianchi offrirà le massime garanzie anche di fronte al Sassuolo, altra squadra senza arieti, ma già domenica prossima di fronte a Milinkoic Savic e compagnia, potrebbe incontrare qualche problema. Il ballottaggio tra il romano e il nuovamente disponibile Radovanovic, comunque, merita una scelta finale assai ponderata.

Il capolavoro firmato da Shomurodov, valso il 2-0, spalanca un’altra discussione. L’uzbeko è quasi inerme di fronte alle difese schierate, ma in campo largo può diventare devastante: quando occorre difendersi (come all’Olimpico, per esempio) e agire negli spazi, la sua candidatura è forte. E crescono pure le quotazioni di Scamacca: non tanto per quel tocco fondamentale per portare in vantaggio il Genoa, quanto per la sua maggiore incidenza nel collettivo rispetto a Destro, che se non la butta dentro diventa quasi un peso per la manovra.

L’altro nodo da sbrogliare riguarda la linea mediana. Pjaca, impiegato con coraggio da Balla in un ruolo innaturale, è affondato al pari del suo predecessore Zajc, altra perenne incompiuta. Quali strade ulteriori imboccare? Si puntava su Cassata, che evidentemente non offre al trainer sufficienti assicurazioni fisiche, ed ecco che il Genoa – a cinque giornate dalla chiusura – continua a presentare una falla non trascurabile nella zona nevralgica.

È comprensibile dunque la riluttanza di Zio Balla a parlare di futuro meno prossimo. In primis gli occorre l’imprimatur della classifica, non ancora tranquillizzante, e in secondo luogo sarà lui a dover pretendere precise garanzie di ordine tecnico prima di accettare un mandato dall’inizio della stagione. Considerati i rinvii al mittente di tutti gli elementi in prestito (alcuni dei quali punti di forza) e l’età sempre più elevata dei superstiti, sarebbe un suicidio accettare a scatola chiusa il “pacchetto” presentato da Preziosi.

PIERLUIGI GAMBINO

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.