Mager fa poker a Marbella e torna nei top 100

Un rovescio difensivo di Gianluca Mager (foto web Andalucia Open)

Gianluca Mager completa una grande settimana aggiudicandosi il suo quarto titolo challenger all'”Anytech 365 Andalucia Open”, torneo challenger con un montepremi di 44.820 euro che si è concluso sui campi in terra battuta di Marbella, in Spagna.

In finale il 26enne sanremese, n.102 del ranking mondiale e quarta testa di serie (ma da lunedì risalirà al n.91 ATP consentendo al tennis italiano di siglare il record di dieci rappresentanti nella top 100), ha battuto in rimonta per 26 63 62, in poco più di un’ora e tre quarti di partita, lo spagnolo Jaume Munar, n.99 del ranking e terzo favorito del seeding. Il tennista ligure ha così ribadito l’esito dell’unico precedente con il 23enne maiorchino, disputato nelle semifinali del challenger di Biella nel 2019. Dopo aver perso il primo set Mager ha dominato gli altri due, archiviando la pratica con una volée di diritto al secondo match-point.

Si trattava della quinta finale in questo circuito per Mager: dopo aver perso quella di Milano nel 2018 (sconfitto dal serbo Djere) l’azzurro ha vinto le tre giocate nel 2019, a Coblenza (battendo lo spagnolo Ortega-Olmedo), a Barletta (superando il serbo Milojevic) e a Biella, facendo suo il derby con Paolo Lorenzi, ed ora quella di Marbella.

Per lo spagnolo era invece l’11esima finale a livello Challenger, dove Munar ha messo in bacheca 6 trofei, l’ultimo in ordine di tempo a fine gennaio ad Antalya (imponendosi su Lorenzo Musetti), dove poi la settimana seguente ha sfiorato la doppietta cedendo nell’atto conclusivo all’altro spagnolo Carlos Taberner.

Condividi