Tricolori Indoor: Chiara Rebagliati è di bronzo

104

Il 48° Campionato Italiano Indoor si conclude con l’oro assoluto arco olimpico conquistato da Lucilla Boari (Fiamme Oro) e Marco Morello (Aeronautica Militare) che superano in finale Claudia Mandia (Fiamme Azzurre) e Matteo Santi (Arcieri Montalcino).

La quarta ed ultima giornata del 48° Campionato Italiano Indoor è stata interamente dedicata agli scontri diretti della divisione olimpica, al termine dei quali sono stati assegnati i tricolori assoluti individuali. Sono state sfide equilibrate e accese, con qualche novità che va a inserirsi nell’albo d’oro della manifestazione. Bronzo per la ligure Chiara Rebagliati: la savonese in forza agli Arcieri Torrevecchia ha superato Tatiana Andreoli.

ORO A MARCO MORELLO – Nel maschile conquista infatti il suo primo tricolore assoluto di specialità l’atleta dell’Aeronautica Militare Marco Morello superando in finale il ternano Matteo Santi, in forza agli Arcieri Montalcino, con un netto 6-0. Morello ottiene la vittoria vincendo con i parziali di 30-29, 29-28 e, nell’ultima serie di frecce, vince con un 29-28, dopo l’intervento del giudica di targa che gli assegna due punti di riga che spengono le speranze di rimonta di Matteo Santi.
Queste le parole a caldo di Morello: “Sono contento perché al Centro Federale stiamo lavorando bene ma ci stiamo allenando sulla distanza olimpica di 70 metri e quindi non ho avuto molto tempo per preparare questi campionati indoor. Non mi aspettavo questa vittoria, ma quando si va in campo bisogna dare sempre il massimo e alla fine sono stato premiato”.
L’atleta torinese aveva raggiunto la finalissima dopo aver battuto agli ottavi Yuri Belli 7-1, ai quarti Federico Gargari dopo lo spareggio 6-5 (10*-10) e in semifinale Massimiliano Mandia 7-3. Santi è invece approdato alla finale dopo aver superato Matteo Bilisari 6-4, Mattia Ruffino Sancataldo 7-1 e in semifinale Federico Novati 7-1.

BRONZO A MANDIA – La finale per il bronzo vede invece prevalere 6-5 il salernitano Massimiliano Mandia (Fiamme Azzurre) sul giovane comasco Federico Novati (Arcieri La Sorgente): dopo un buon avvio da parte dello junior, esce l’esperienza di Mandia che ribalta il punteggio. Alla fine il match viene deciso allo spareggio che premia il portacolori della Polizia Penitenziaria capace di piazzare il 10 decisivo rispetto al 9 dell’atleta lombardo.

ORO PER LUCILLA BOARI – Nella competizione femminile l’arciera delle Fiamme Oro Lucilla Boari conquista il suo secondo tricolore indoor in carriera dopo quello del 2017, andando a vincere con un perentorio 6-0 sull’atleta delle Fiamme Azzurre Claudia Mandia. I parziali dei tre set premiano l’atleta mantovana che mantiene alta la sua precisione (29-28, 30-29, 30-28) superando la compagna di Nazionale, con la quale ha condiviso, insieme a Guendalina Sartori, il 4° posto a squadre ai Giochi Olimpici di Rio 2016, miglior risultato di sempre dell’Italia femminile alle Olimpiadi.
Queste le parole di Lucilla Boari al termine della sfida: “Una vittoria che non mi aspettavo, sono molto soddisfatta perché è una gara che non ho preparato, visto che stavamo lavorando in vista di Tokyo e in particolare alla trasferta in Croazia della prossima settimana che si giocherà sulla distanza olimpica. Solamente ieri sono entrata nell’ottica dell’indoor e questo oro mi rende ancora più felice”.
Boari ha raggiunto la finale dopo aver battuto agli ottavi Elena Branca 7-3, Laura Baldelli ai quarti 6-2 e in semifinale Tatiana Andreoli dopo lo spareggio 6-5 (10*-10). Ne ha invece superati due di shoot off Claudia Mandia per raggiungere la finale: agli ottavi con Aiko Rolando 6-5 (10*-10) e in semifinale con Chiara Rebagliati 6-5 (10-9), mentre aveva avuto la meglio ai quarti su Tanya Giaccheri per 6-0.

BRONZO PER REBAGLIATI – La finalina ha riproposto la finalissima dello scorso anno, ma con risultato inverso. Ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo è Chiara Rebagliati: la savonese in forza agli Arcieri Torrevecchia ha superato Tatiana Andreoli (Fiamme Oro) al termine di un match equilibrato risolto addirittura con un doppio spareggio 6-5 (10-10, 10-9).

GLI AZZURRI PRONTI A PARTIRE PER IL GRAND PRIX – Viene così archiviato il Campionato Italiano Indoor, che ha visto in 4 giorni di gara oltre 850 arcieri gareggiare seguendo il restrittivo protocollo regolamentare anti Covid.
Per tutti gli azzurri che sono scesi in campo è ora il momento di tornare a pensare alla corsa verso Tokyo e alle competizioni sui 70 metri. Direttamente da Rimini la Nazionale Olimpica e gli atleti della divisione compound, dopo aver fatto ieri il tampone molecolare, partiranno con lo staff per il primo impegno internazionale del 2021: il Grand Prix Europeo di Porec (Cro). Sarà importante in questa occasione sondare lo stato di forma dopo tanto tempo dedicato agli allenamenti nei raduni, ma lontani dalle competizioni.

Condividi