Il Trofeo Laigueglia parla olandese

Seconda vittoria della stagione per Bauke Mollema che oggi ha conquistato il 58° Trofeo Laigueglia. L’olandese della Trek-Segafredo si è reso protagonista di uno splendido attacco solitario nato a 17 chilometri dall’arrivo, quando ha salutato la compagnia del gruppetto dei migliori che si era formato lungo il circuito finale, con quattro volte la salita di Colla Micheri.

Nella volata per il secondo posto, ad una quarantina di secondi dal vincitore, vince Egan Bernal (Ineos Grenadiers) che ha avuto la meglio di Mauri Vansevenant (Deceuninck – Quick-Step), terzo. Quinto Giulio Ciccone (Trek – Segafredo), settimo Andrea Vendrame (AG2R Citroën Team) e decimo Lorenzo Rota (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux).

Gara di categoria “Pro Series”, organizzata dal Comune di Laigueglia con la regia tecnica del Gruppo Sportivo Emilia, con ben dieci World Teams e tanti big, che si è animata poco dopo dopo il via, con una fuga di 12 corridori: Edet (Cofidis), Mattia Bais (Androni Seconda vittoria della stagione per Bauke Mollema che oggi ha conquistato il 58° Trofeo Laigueglia. L’olandese della Trek-Segafredo si è reso protagonista di uno splendido attacco solitario nato a 17 chilometri dall’arrivo, quando ha salutato la compagnia del gruppetto dei migliori che si era formato lungo il circuito finale, con quattro volte la salita di Colla Micheri.

Nella volata per il secondo posto, ad una quarantina di secondi dal vincitore, vince Egan Bernal (Ineos Grenadiers) che ha avuto la meglio di Mauri Vansevenant (Deceuninck – Quick-Step), terzo. Quinto Giulio Ciccone (Trek – Segafredo), settimo Andrea Vendrame (AG2R Citroën Team) e decimo Lorenzo Rota (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux).

Gara di categoria “Pro Series”, organizzata dal Comune di Laigueglia con la regia tecnica del Gruppo Sportivo Emilia, con ben dieci World Teams e tanti big, che si è animata poco dopo dopo il via, con una fuga di 12 corridori: Edet (Cofidis), Mattia Bais (Androni Sidermec), Hailemichael (Delko), Archibald (Eolo Kometa), Vacek (Gazprom Rusvelo), Stojnic e Iacchi (Vini Zabù), Salvietti (MG K Vis), Persico (Colpack), Stalnov (Astana), Cuadrado (Euskaltel).

I dodici accumulano un vantaggio massimo di 4’09” dopo 60 km. Quando iniziano i quattro giri del circuito finale (con la salita di Colla Micheri e Capo Mele), restano in testa Edet, Bais e Hollmann restano al comando. Fino a 26 chilometri dall’arrivo, riassorbiti dal gruppo dei migliori. Alla terza ascesa di Colla Micheri attacca Bernal e gli resiste solo il giovane francese Champoussin, ma i due vengono ripresi da Ciccone, Mollema, Landa, Vansevenant, Maduas e Girmay. A sedici chilometri dalla conclusione, sulla penultima ascesa di Colla Micheri, Mollema assesta lo scatto che si rivelerà decisivo. Mantiene un margine di una ventina di secondi che poi si dilata negli ultimi chilometri, mentre alle sue spalle si preparano per lo sprint che vale la piazza d’onore, conquistata da Bernal.

Per Mollema, classe ’86, si tratta del secondo successo stagionale dopo quello colto il 19 febbraio nella prima tappa del Tour des Alpes Maritimes et du Var. Per lui anche il premio “Borghi più belli d’Italia”, nel novero dei quali vi è anche la cittadina di Laigueglia.

Primo podio tra i pro’ a livello individuale per il belga Vansevenant, talento classe ’99 che due stagioni fa ha vinto, tra gli Under 23, il Giro della Valle d’Aosta.

Anche quest’anno il Trofeo Laigueglia è gemellato al Giro dell’Appennino con la Challenge Liguria, la speciale classifica che premierà il miglior corridore in base ai risultati ottenuti nelle due corse (foto Bettini).

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.