Mezza Premier su Damsgaard, Atalanta su Thorsby

90

Ha destato sensazione Mikkel Damsgaard. Acquistato per circa 6,5 milioni dal Nordsjælland la scorsa estate, è destinato a diventare oggetto di un’asta tra i ricchissimi e competitivi club della Premiership. Già Tottenham, West Ham, Leeds e Southampton si erano interessate al jolly del centrocampo 20nne, ala sinistra capace di disimpegnarsi pure sulla trequarti e come mezz’ala, talentuoso e atletico, cresciuto molto rapidamente.

Ora anche il Leiceister, che in passato ha acquistato Praet dai blucerchiati per 20 milioni di €, si è interessato alla stellina danese. Una concorrenza interessante per le casse blucerchiate, dal momento che nessuno tra questi club potrà permettersi che proprio i rivali si rinforzino con un giocatore di tali prospettive.

Sembra destinato a partire anche l’altro scandinavo, Morten Thorsby. Il passo è meno felpato e il piede meno delicato, ma il suo vigore l’ha reso uno dei mediani più affidabili del campionato e una colonna dell’undici di Ranieri. Lui si trova molto bene alla Samp e recentemente ha dichiarato che «è una fortuna avere un allenatore così competente ed esperto come mister Ranieri». Parlando a Calciomercato.com ha concesso un’intervista in cui ha analizzato in profondità tutti gli aspetti del campionato italiano:

«In Italia non puoi fare contrasti duri come facevo prima, tante volte gioco a limite, quindi sto continuando a cercare di capire e migliorare in questo aspetto. È un aspetto molto differente rispetto agli altri Paesi, è una questione di cultura. In Italia i giocatori sanno che appena arriva un piccolo contatto, si possono buttare. Non dico che è una simulazione ma che sono intelligenti. Per quanto riguarda i lati positivi invece ci sono tante cose, ad esempio se in futuro vuoi diventare allenatore, giocare in Italia è molto interessante perché qui impari la tattica, impari come funziona il gioco»

Tratta da FB Samp: Morten Thorsby

Dipendesse da lui quindi preferirebbe restare in un concetto che possa continuare a farlo crescere. Del resto ha anche detto che vuole assicurarsi di avere sempre più spazio con la sua nazionale, la Norvegia. Il “problema” è che l’Atalanta si sarebbe interessata a lui. Ora come ora gli orobici sono un Top Club che disputa le coppe e difficilmente si potrebbe resistere a un loro assalto. Gasperini effettua molto turn over e molto probabilmente coi nerazzurri avrebbe le possibilità di giocarsi le sue carte nonostante sia pure alquanto difficile scalare le gerarchie dei prossimi avversari in campionato della Samp. Su Thorsby ci sono anche alcuni club della Bundesliga.

Corte Lambruschini deve quindi riflettere attentamente sulle prossime mosse di mercato. Si profilano all’orizzonte importanti plusvalenze, le quali però dovranno necessariamente essere seguite da investimenti importanti. Già la piazza non è contenta dell’operato di Ferrero, mentre Ranieri è in scadenza di contratto e sicuramente mal digerirebbe la cessione di Thorsby, dando quella di Damsgaard inevitabile; infine questa stagione sta dimostrando che ogni calo di competitività potrebbe essere pagato carissimo in termini di lotta per non retrocedere. Scampare la Serie B non sembra più così facile come qualche anno addietro.

In sede di mercato il Gremio, nella persona del presidente, Romildo Bolzan, ha parlato del mancato acquisto di Gaston Ramirez: «Abbiamo trattato a lungo con il giocatore, era in scadenza e pensavamo di poter contare su di lui: è stato lo stesso Ramirez a rifiutare la proposta del Gremio la prima volta. Ci abbiamo riprovato anche un secondo momento, fino a che non è intervenuta la Sampdoria, chiudendo ogni porta»

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.