A2 Femminile: Spezia vince a San Giovanni Valdarno

9

Vittoria roboante da parte di una sensazionale Crédit Agricole La Spezia, che espugna con personalità il PalaGalli col punteggio di 47-67. Un successo frutto di una prova di squadra eccezionale, fatta di continuità e aggressività in entrambe le fasi. Top scorer delle bianconere è Isabel Hernandez con 21 punti col 75% dal campo (e 2/3 dalla lunga distanza) e 10 rimbalzi, che valgono una preziosa doppia-doppia. Oltre a lei in doppia cifra anche Packovski con 16 punti, Sarni con 13 e Templari con 11. Ma le statistiche individuali odierne non rendono sufficientemente merito alla prova autorevole della Cestistica, che riesce a tenere San Giovanni Valdarno sul 25% dal campo, su cui grava pesantemente il 2/10 dalla lunetta. Con questo successo le bianconere salgono al sesto posto in classifica, raggiungendo Ponte Buggianese e Patti a quota 16 punti.

LA PARTITA – La Crédit Agricole parte a rilento, va sotto sul 5-4 di Olajide, ma ingrana benissimo nella seconda parte del primo quarto, dove inanella un break spaziale di 0-14 – la cui metà dei punti sono messi a segno da Hernandez – costruito grazie ad un’eccellente fluidità offensiva e ad una difesa pressoché perfetta, in cui concede praticamente nulla a San Giovanni Valdarno. Il primo parziale finisce così sul 5-18 per le ospiti.

La Cestistica però non si ferma qui: altra frazione e altro break bianconero, questa volta di 2-13, analogo al precedente, col trio Hernandez-Packovski-Templari a firmarlo (7-31). Il Bruschi prova a rispondere con un 5-0, chiuso da un sottomano di Sarni. Il canestro di Trehub manda le squadre sul 14-33 ospite all’intervallo lungo.

Nella ripresa è la compagine toscana ad essere più reattiva: sempre Trehub apre un parziale di 12-2, inframmezzato da un fallo antisportivo fischiato a Mori, che vale il -9 per le locali (30-39) col gioco da tre punti di Gregori. La Crédit Agricole però respinge l’offensiva toscana e, con uno 0-6, si riporta sul +15 (30-45). Il contro-break di San Giovanni Valdarno, firmato Miccio-Olajide, manda le squadre sul 36-45 all’ultimo riposo di due minuti.

La frazione finale si apre con un paio di palle perse ingenue da parte delle spezzine, ma il Bruschi capitalizza soltanto una di queste occasioni, portandosi sul -7 con Olajide (38-45). Da qui, però, la Cestistica riprende il pieno controllo della gara, difendendo bene e ritrovando ritmo in attacco: trascinata da Hernandez, la Crédit Agricole piazza un 5-14 che vale il nuovo +17 (44-61). Nel finale le ragazze di coach Corsolini ritrovano pure il +20 con cui si conclude la partita (47-67).

 

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.