Possibile pubalgia per Vavro e stop all’arrivo, Zapata si ferma di nuovo

49

Dubbi sull’arrivo di Denis Vavro: non tanto sul potenziale del giocatore quanto sulla condizione fisica. Il Genoa vede nella possibilità di rilanciarlo un’eccellente opportunità a basso costo, era un granatiere della difesa con dei delicati piedi da regista nella nativa Slovacchia e al Copenaghen, dove si è messo in luce in Champions. Potrebbe non essere così forte come sembravano profetizzare i suoi esordi nel calcio professionistico o come credeva il DS Igli Tare quando ha sborsato 10 milioni per lui, ma quanto intravvisto della sua qualità dovrebbe renderlo un buon rinforzo per la retroguardia rossoblù.

Il problema sono le visite mediche svolte tra fine dicembre e inizio gennaio: avrebbero rilevato una pubalgia, per cui ne sono state programmate delle altre. Se confermate potrebbe saltare l’arrivo del giocatore in prestito con diritto di riscatto a 15 milioni. Anche se non si tratta di un innesto oneroso, Maroccu ha esplicitamente indicato nello sfoltire la rosa ridondante la sua priorità, e di conseguenza vorrebbe riflettere a lungo prima di prendere un giocatore che se non trovasse rapidamente la forma rischierebbe di essere semplicemente l’ennesimo che fa numero.

Il suo approdo sarebbe stato prezioso dal momento che Ballardini non sembra avere troppa fiducia in Goldaniga e Bani per la sua difesa a 4, uno schieramento invece ideale per Vavro, e che Cristián Zapata dopo essere tornato dopo un lungo stop ha nuovamente dovuto alzare bandiera bianca dopo mezz’ora (e aver causato un rigore). Genoa che è quindi in emergenza: anno nuovo, vecchie abitudini. Per fortuna che sembra confermarsi anche quella che prevede che lo Zio Balla conduca il Grifo alla salvezza con un calcio concreto e poco appariscente.

Ancora in via di definizione l’operazione Rovella: si è ai dettagli, più che altro non è ancora chiaro quali saranno le contropartite juventine che certamente verranno inserite in una specie di scambio di plusvalenze. Sembra che i bianconeri non vogliano lasciar andare, nemmeno in prestito, Gianluca Frabotta. Tra le alternative vagliate non solo Manolo Portanova, ma anche Elia Petrelli, prima punta fisica 19nne con 4 gol e 9 presenze con la Juventus Under 23, e la mezz’ala 18nne Franco Tongya, torinese di origini camerunensi.

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.