Crisicito, Melegoni, Perin, Zappacosta lottano per rientrare, esami per Marchetti e Zapata

55

È una continua rincorsa: verso la salvezza, la prossima partita, una forma che quest’anno non può mai essere stata perfetta. Dopo il Covid e con molti acquisti dell’ultima ora ci sono stati numerosi infortuni, ma nonostante ciò non si è sempre riuscito a trovare spazio per tutti i restanti elementi in rosa. Chi ha giocato di meno come Melegoni in alcuni casi si è addirittura fatto male subito dopo essersi messo in mostra per la prima volta.

Il giovane centrocampista proveniente dall’Atalanta sta facendo l’allenamento differenziato come Criscito, finalmente dato in procinto di rientrare, Perin, che dovrebbe essere disponibile contro la Juventus, e Zappacosta, da poco tornato a vedersi al “Signorini”. La speranza è che almeno 3 di loro possano giocare almeno 2 partite delle 4 belle toste che il Grifone deve affrontare da qui a Natale: la Juventus che ha appena annientato il Barcellona per 3-0 in Champions, il Milan capolista e le lanciatissime neopromosse Benevento e Spezia.

Nessuna possibilità invece per Cassata e Biraschi, li si rivedrà nel 2021, col secondo che dovrebbe rientrare per febbraio.

Chi si è rimesso ma deve trovare la miglior forma è Shomurodov. Ha detto di passare le sue giornate quasi dedicandosi esclusivamente al Genoa:

«Dedico metà della mia giornata agli allenamenti nel centro sportivo del Genoa, poi prendo lezioni di italiano nel pomeriggio tutti i giorni della settimana. Passo il mio tempo libero al telefono, a parlare con i miei genitori. Sempre a causa della pandemia sono stato costretto a stare lontano da loro per buona parte dell’anno: nel 2020 li ho visti solamente una volta, quindi cerco di parlare il più possibile con loro. Ora vivo da solo e anche il Capodanno lo festeggerò da solo in Italia. Ma ci sono partite importanti, prima di tutto devo prepararmi per quelle. La mia famiglia verrà più tardi»

Mentre monta la contestazione contro Preziosi in tutto il mondo, coi Genoa Club sparsi nelle varie parti del pianeta che si sono coordinati per contestarlo, tramite una lettera aperta e con foto di striscioni polemici affianco agli edifici più famose delle città più note, ad alleggerire le grigie nubi che si addensano sull’orizzonte rossoblù ci pensa lo scherzo che le Iene e Criscito hanno fatto a Goran Pandev.

Il famigerato telegiornale satirico ha infatti preso di mira in estate il campione macedone, facendogli credere, con la complicità dell’agente e dei compagni, che sarebbe stato venduto in India. Addirittura è stata messa in scena una contestazione di tifosi al suo indirizzo per il presunto “tradimento”. L’episodio è andato in onda in settimana e può essere visto sulla piattaforma Mediaset Play.

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.