Candreva acciaccato in ritiro, Ranieri: «Atalanta emblema, voglio pari determinazione»

Sussiste grande stima tra i due vecchi Grandi della Serie A, il 69nne Claudio il Britannico e il 62nne di Grugliasco che fa sussultare Gasp a mezza Europa per il suo bel gioco; ma mentre Ranieri per il suo avversario di giornata ha avuto solo complimenti eccellenti, Giampiero Gasperini è stato più ambivalente:

«Lo scorso anno è stata una partita dura con tanti falli, con tante proteste inutili ed eccessive, mi aspetto una partita altrettanto dura», aggiunge però: «La Sampdoria è una squadra di valore, in salute e messa bene. Noi sappiamo benissimo della difficoltà del match con i blucerchiati, dobbiamo tenere alta la concentrazione per questo tipo di gara. Il pensiero sull’Ajax esiste, ma la capacità di una squadra che gioca le coppe è quella di adattarsi in fretta»

Ancor più munifico di belle parole sui rivali Claudio Ranieri: «L‘Atalanta, squadra che è un po’ l’emblema del calcio italiano: gioca, marca, corre, lotta, fa gol, difende. Va presa a modello. Domani mi aspetto una Dea solida, determinata, vogliosa. Può aver avuto un momento no, capita a tutti. Però ho visto la partita di Champions in Danimarca, ha grande grinta, grande determinazione, attaccano e difendono tutti insieme. Mi aspetto una squadra che col passare degli anni è diventata sempre più coesa, non ha soltanto i primi undici ma altri che sono ugualmente titolari. Qualcuno ancora entrare nei meccanismi di gioco di Gasperini ma la qualità sono da doppio giocatore per ogni ruolo»

Come sempre però il tecnico è estremamente puntuale nei suoi riferimenti in conferenza stampa, e ricorda a tutta la rosa che per quanto gli orobici sembrino inscalfibili i suoi hanno saputo tenergli testa in ambedue gli incontri del campionato precedente: «L’anno scorso abbiamo fatto due ottime partite. Sia a Marassi dove abbiamo fatto molto bene, chiudendogli tutti gli spazi e ripartendo velocemente, sia dopo il lockdown quando siamo andati in casa loro e abbiamo perso nell’ultimo quarto d’ora ma la squadra si era ben disimpegnata in campo. Io vorrei rivedere quelle due partite dove vedo una squadra, la mia, determinata quanto l’Atalanta»

Obiettivo prolungare la condizione di forma: «Queste ultime due vittorie ci hanno dato un po’ di convinzione, che era mancata contro la Juventus, e quella determinazione che dopo il 2-0 contro il Benevento abbiamo scordato in campo».

Tra i convocati in ritiro pure Candreva, nell’allenamento di mercoledì ha accusato un fastidio al bicipite femorale sinistro. Probabilmente non scenderà ugualmente in campo, sicuramente non dal primo minuto. Sugli ultimi arrivi a cui manca la condizione ideale il mister è stato piuttosto comprensivo: «Candreva ha giocato fino all’anno scorso, però non aveva mai fatto nessuna partita e infatti sta un pochino meglio. Keita e Silva non giocavano più da marzo. Stanno crescendo di condizione, anche non sono al 100%»

Federico Burlando

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.