Perin, Marchetti, Radovanovic guariscono dal Corona Virus, G Capital ritira offerta a Preziosi da 105 milioni

60

Il nuovo ciclo di tamponi ha fornito tre esiti negativi tra i membri della rosa contagiati dal Covid 19: i due portieri Perin e Marchetti e il centrocampista Radovanovic. Una prima vittoria nella lotta tra il Grifone e il morbo pandemico, dopo che era divampato nell’arco di pochi giorni, mettendo in pericolo la salute dei giocatori, dello staff e delle loro famiglie.

In secondo piano il profilo tecnico-sportivo, la cosa più importante era, e lo rimane per gli atleti ancora in via di guarigione, che tutti ne uscissero il più indenni possibile dalla difficile esperienza. Marchetti ne ha voluto approfittare per lanciare dal suo profilo Instagram un messaggio di ammonimento per tutti i giovani che non dovessero rispettare le regole per arginare il diffondersi della malattia: «Finalmente negativo. Questa parola a cui da sempre ho attribuito un brutto significato oggi è la più bella di tutte. Rispettate le regole ragazzi, non è una banale influenza come ho sentito dire da tanti!»; parole di una certa gravità se espresse da un uomo dal fisico ben formato e

Post Instagram di Marchetti sulla sua ripresa dal Corona Virus

sportivo, sebbene non più giovanissimo.

Maran recupera così il suo numero uno titolare -anche se probabilmente schiererà Paleari, comprato apposta per dare modo e tempo a Perin di recuperare con agio- e Ivan Radovanovic, una delle pedine fondamentali del suo “Pandoro meccanico”, una delle migliori versioni del Chievo Verona degli ultimi anni. A Genova il serbo non è ancora riuscito a brillare, anche perché fermato da un lunghissimo infortunio occorsogli a metà della passata stagione, ma chissà che anche a mezzo servizio non cominci a splendere già contro l’Hellas, tra una settimana circa.

Nel frattempo, dopo che l’imprenditore marocchino Boulgoute aveva dichiarato di aver definitivamente rotto con Preziosi, anche il gruppo Gestio Capital ha annunciato con un comunicato di non essere più interessato all’acquisto del Club più Antico d’Italia: «Il 10 agosto Gestio Capital ha presentato un’offerta ufficiale per l’acquisizione del Genoa CFC per un valore complessivo di 105 milioni di euro. Tale offerta è stata espressione di colloqui tenuti per mesi sia con la proprietà che con il management della società, che aveva sempre manifestato la propria intenzione di vendere la propria quota del club. Nonostante i ripetuti tentativi conciliatori tenutisi nelle ultime settimane, venute a mancare le condizioni per una proficua negoziazione, Gestio Capital ha deciso di ritirare la nostra offerta venendo meno il nostro interesse nell’acquisizione».

Preziosi aveva negato ogni possibilità di andare avanti con le negoziazioni sostenendo che l’offerta pervenutagli fosse ridicola, un’asserzione che stride con l’assegno a sette zeri che G Capital sostiene di essere stato disposto a sborsare.

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.