Daamsgaard e Letica, primo e ultimo acquisto, entusiasti del blucerchiato

40
Tratta da Facebook Samp

Mikel Damsgaard è stato acquistato dalla Sampdoria a gennaio, enfant prodige del calcio danese, ed è stato al servizio di Ranieri praticamente sin dal primo giorno del ritiro estivo; Karlo Letica, l’agognato secondo portiere, invece è arrivato negli ultimissimi minuti. Sono accomunati non solo dalla giovane età -20 anni e 23 anni- ma da un uguale straripante entusiasmo, nonostante l’uno sia col Doria solo da una settimana e l’altro da qualche mese, e la sua prima partita sia stata il difficile confronto con la Vecchia Signora.

«Fantastico esordire contro la Juventus», dice invece, in un’intervista a Bold.dk, Damsgaard, incurante della batosta di a cui dovuto prendere parte assieme ai compagni, quando i giochi erano ormai fatti.

«Il calcio italiano è diverso per me, ma sono felice di provarlo. È bello imparare e fare una nuova esperienza dopo diversi anni nel Nordsjaelland. Ma sono stato accolto bene e si è trattato solo di lavorare duro in campo e fare bene per ottenere il rispetto. I miei nuovi compagni di squadra mi hanno aiutato in alcune delle cose che ho dovuto imparare sul piano tattico. Sono stato accolto bene, non ci sono idioti o altri del genere di cui avevo sentito parlare»

Il croato Letica invece è direttamente a SampNews24 che riversa la sua gioia, in un italiano chiaro sebbene un po’ incerto:

«Non ci ho pensato nemmeno per un minuto, appena ho sentito Sampdoria ho subito detto di sì. Per me è stata una grande sorpresa. È un club molto famoso nella mia città -Spalato-, considerato una grande, dove sono cresciuti portieri molto forti. È uno stimolo molto grande. Gruppo molto simpatico e Audero è un portiere molto bravo, io e lui abbiamo la stessa età»

 

Curiosità? «Sono un ragazzo tranquillo a cui piacciono le immersioni, ancor più contento di essere a Genova. Da bambino ero un difensore, ma poi nessuno voleva andare in porta e allora ci andavo io. I miei idoli sono Buffon e Begovic»

Nel frattempo è emerso un altro retroscena sull’assai caotico ultimo giorno di mercato della Sampdoria: oltre a Linner dell’Arminia Bainfield e a Semper del Chievo Verona, in un primo momento la società per coprire le spalle ad Audero aveva pensato al portoghese Luís Manuel Arantes Maximiano, 21 anni: prestito con diritto di riscatto a 7 milioni. Ma alla firma lo Sporting ha preteso che gli venisse cancellato il debito di 4,5 milioni, la percentuale dovuta per la cessione di Fernandes al Manchester. La Samp si è rifiutata. La questione del debito è davanti al Tas da quando i lusitani si sono rifiutati di pagare la prima rata.

Federico Burlando

 

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.