Dal Salone Nautico “The Ocean Race” prende il volo

38

Si è svolto venerdì nell’ambito del Salone Nautico 60, l’evento di lancio dell’importantissimo appuntamento sportivo che vedrà Genova salire sul palcoscenico della vela mondiale nell’arco dei prossimi tre anni.

Dopo il saluto di Saverio Cecchi, presidente di Confindustria Nautica e padrone di casa, sono stati il Sindaco di Genova Marco Bucci e il Governatore della Regione Liguria Giovanni Toti a illustrare impegni e opportunità per la città e la regione.

Il primo cittadino ha dichiarato: “E’ un grandissimo piacere vedere tante persone qui oggi. Dobbiamo far ritornare Genova centrale nell’immaginario degli italiani, in Europa e nel mondo. Abbiamo voluto fortemente Genova The Grand Finale di The
Ocean Race 2022-23 perché esistono altri eventi che garantiscono visibilità. Ci saranno altri eventi nel 2021 e nel 2022 che ci accompagneranno verso The Grand Finale nel 2023 e nel 2024 Genova sarà capitale europea dello sport. Per Genova The Ocean Race sarà un’occasione di grande visibilità, per gli investitori un veicolo
economico.”

In tema di sostenibilità Bucci ha aggiunto che al messaggio che è centrale in The Ocean Race, la difesa degli oceani e si aggiungerà il programma di sostenibilità proprio per la città che prevede entro il 2025 una rete di trasporto urbano combustion-free, e una mobilità cittadina concentrata sull’uso di biciclette e mezzi elettrici. “Come dimostrato dalle sedi di tappa che hanno ospitato The Ocean Race
in passato, le città possono e cambiano anche grazie a eventi come The Ocean Race.” Ha concluso Marco Bucci.

Il Governatore della Regione Liguria Giovanni Toti da parte sua ha dichiarato: “Lavoriamo alla realizzazione di un distretto nautico cha vada da Ventimiglia a La Spezia e sconfini in Toscana. Nella portualità Genova è il primo porto italiano, La
Spezia è il secondo. La Liguria e il mare sono da sempre strettamente collegate, ci siamo portati avanti per molto tempo il pregiudizio su yacht e regate. The Ocean Race è un pezzo importante del futuro della nostra regione e del nostro paese.”

Il presidente di The Ocean Race, Richard Brisius ha spiegato i motivi del suo grande attaccamento a Genova e all’Italia. “Bisogna fare squadra e avere passione, ho imparato tanti anni fa facendo il giro del mondo su Gatorade che gli italiani
hanno più passione di tutti. Vedo un gran futuro per Genova.” Brisius ha inoltre
spiegato anche come la crisi attuale abbia spinto gli organizzatori del giro del
mondo a riprogettare l’evento, per il prossimo decennio, creando anche una nuova
regata, The Ocean Race Europe, a cui si sta lavorando che possa rinsaldare il
legame europeo, collegando diverse città del continente attraverso lo sport della
vela.
L’Executive Director di Genova The Grand Finale 2022-23 Paolo Verri ha invece
detto che l’obiettivo è: “Far piangere di gioia i liguri e i genovesi, coinvolgendo tutti
i cittadini a partire dai 5000 dipendenti del Comune, i 4000 dipendenti delle
partecipate e coinvolgendo i 9 Municipi per lavorare a questo obiettivo.”
Verri ha anche spiegato come l’impatto economico per la città sia stato valutato in 50 milioni di euro e che l’attività di coinvolgimento di partner e sponsor è già iniziata. “Racconteremo Genova a tre milioni e mezzo di persone nel mondo. Dopo aver battuto i francesi facendo il Festival del Cinema di Venezia e il Salone Nautico di Genova vogliamo battere il record di partecipazione degli olandesi e avere oltre 337.000 visitatori al villaggio di Genova The Grand Finale 2022-23”.

The Ocean Race è spesso descritta come l’evento sportivo professionistico più lungo e duro del mondo, la prova più impegnativa per un team velico e uno dei tre grandi eventi della vela, insieme ai Giochi Olimpici e alla America’s Cup.

Nata nel 1973 con il nome di Whitbread Around The World Race, The Ocean Race nel corso della sua storia il giro del mondo a vela in equipaggio ha esercitato un fascino quasi mitico per gli atleti migliori ed è stato il terreno su cui sono nate e si sono confrontate le leggende della vela, oltre ad aver rappresentato un’avventura umana unica. Anche per molti velisti italiani, visto che nei decenni, sono stati 130 gli atleti i e 11 le barche ad avervi preso parte oltre a molte aziende di assoluta eccellenza, cantieri, accessoristi, consulenti tecnici che hanno dato il loro importante contributo.

La scorsa edizione della regata verrà ricordata come la più combattuta della storia, con tre team virtualmente alla pari alla vigilia dell’ultima tappa. Basti pensare che dopo 126 giorni di regata e undici tappe, Dongfeng Race Team di Charles Caudrelier si è aggiudicato la vittoria finale per soli 16 minuti e che i tre equipaggi che sono saliti sul podio erano separati solo da quattro punti.

In totale sono stati oltre 2,5 milioni i visitatori dei race village e molti milioni coloro che hanno seguito l’azione sulle piattaforme digitali, in tv e sui social media.

La prossima edizione di The Ocean Race, partirà dal porto spagnolo di Alicante, nell’ottobre 2022, visiterà 10 diverse città internazionali e si concluderà per la prima, storica volta a Genova, nell’estate del 2023.

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.