Maran sul poker: «Solo il primo gradino di una lunga scalata, possiamo migliorare»

32

Entusiasmo in casa Genoa dopo i quattro gol dell’esordio: a parte il pallonetto del campione della Vecchia Guardia Pandev sono andati in rete gli ultimissimi arrivi in cerca di riscatto, uno scatenato Davide Zappacosta e un reattivo Marco Pjaca, e Mattia Destro, anche lui in cerca di rivalsa dopo tante stagioni deludenti, e smanioso di dare il benvenuto al mondo al suo primogenito, nato l’8 settembre.
Il tourbillon di arrivi dell’ultima settimana, col finale in crescendo con le firme proprio del terzino del Chelsea e del fantasista della Juventus, aveva già galvanizzato l’ambiente, ma non si poteva immaginare un impatto così immediato degli innesti. Spiega mister Maran «I nuovi li aspettavo protagonisti, sono tutti calciatori di una grande esperienza, altrimenti non li avrei mai messi in campo. Credo che si possono adattare bene a quelle ce sono le nostre soluzioni».

È stata ugualmente un’emozione nonostante la mancanza dei passionali tifosi rossoblù sugli spalti, ma i suoi ragazzi hanno saputo fronteggiarla bene, e rivendica la solidità della vittoria nonostante gli eventuali limiti da neopromossa degli avversari domenicali: «La vittoria non è stata per nulla facile, il Crotone ha un’identità precisa, dovevamo essere tosti. Sembra facile perché fai le cose per bene ma non è così». Si ripromette però di cambiare attitudine e uomini a seconda degli avversari, considerando che non tutti saranno abbordabili quanto i Pitagorici; questo deve essere «Solo il primo gradino di una lunga scalata, Abbiamo moltissimi margini di miglioramento, siamo solo all’inizio e tutti gli aspetti possono essere migliorati. Ho visto uno spirito di squadra che mi è piaciuto. Ho visto quello che chiedevo per iniziare a costruire e questo è un aspetto positivo ho visto una squadra che ha grande voglia di lottare. Vogliamo essere una squadra scomoda da affrontare».

Due volte festoso Destro, che è diventato padre ed è tornato bomber, come ha ricordato nella sua esultanza: «È stato importante, non segnavo da tanto e per un attaccante conta molto fare gol oltre ad aiutare la squadra. Quel che ho fatto prima non è bastato, bisogna fare qualcosa di diverso e mi son ripromesso di voler fare di più. A mio figlio voglio dedicare un altro gol. Il mister ci fa lavorare tanto, io e la squadra abbiamo fatto una grandissima settimana e si è visto. Vogliamo giocarcela con tutti senza paura e già a Napoli possiamo vedere se con squadre così forti possiamo giocare a questi livelli»

È tornato alla rete dopo tanto tempo anche il vicecampione del mondo Pjaca: «Non mi aspettavo un inserimento così veloce, forse solo in un sogno. Non c’è voluto molto per convincermi a venire: volevo venire qui e volevo giocare», e ringrazia l’assist man Ghiglione, prezioso anche sul vantaggio di Destro: «Mi ha fatto un assist bellissimo. Ma non conta chi fa gol, conta giocare bene e cercare di vincere. Mi sembra un bel gruppo con bravi ragazzi e giocatori: penso avremo modo di toglierci delle soddisfazioni»

Anche Zappacosta, la cui scoccata per il terzo sigillo è stata forse la più bella del match, parla di desiderio di riscossa: «Il gol aiuta la fiducia e la consapevolezza dopo molti infortuni. Ho seguito l’istinto prima di calciare: giocando a sinistra era naturale che rientrassi sul destro, questo mi ha aiutato. Ho lavorato tanto in questi mesi difficili. Spero di continuare così. Sono certo che a Napoli faremo una grande partita»

Per la sfida in Campania potrebbero entrare nei ranghi altri campioni affermati in cerca di rilancio e nuovi stimoli: Faggiano e Preziosi hanno avuto una riunione con Raiola, col quale avevano già dialogato per la risoluzione dell’intrigo Pinamonti, e sembra che i nomi sul tavolo siano due: sfumato, e più chiacchierato che discusso, Mario Balotelli, molto più concreta l’ipotesi Luca Pellegrini, terzino sinistro 21nne messosi in gran mostra proprio con Maran al Cagliari l’anno scorso. Doveva essere titolare nella Juventus che lo aveva acquistato con largo anticipo, andrà in prestito. In pole-position proprio l’attuale compagine del suo mentore, ma è forte la concorrenza della Fiorentina.

 

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.