La Sampdoria si getta su Candreva

68

Nonostante il derby sia già il primo novembre Ferrero ha voglia di anticiparlo bruciando in volo il vecchio Grifone. Dopo il rifiuto di Karsdorp al corteggiamento rossoblù il DS Faggiano per la fascia destra ha preso in prestito Zappacosta del Chelsea, ma prima di fiondarsi sull’ex terzino di Atalanta e Torino ha trattato Candreva, in uscita dall’Inter.
Il Genoa pensava di accogliere comunque il versatile centrocampista dalle 54 presenze in nazionale, titolare nella prima Inter di Conte arrivata seconda in campionato, anche perché in un primo momento sembrava disposto ad accogliere ben volentieri il trasferimento all’ombra della Lanterna. Dopo che ha indugiato però con un blitz Faggiano si è assicurato Zappacosta, e questo ha condotto ulteriormente Candreva a dubitare di un’avventura col club più antico d’Italia, e ad attendere una proposta della prodiga Fiorentina di Commisso, dove si sono riaccasati gli ex compagni Biraghi e Borja Valero e l’estroso collega di nazionale Bonaventura lo accoglierebbe a braccia aperte. Nell’intrigo si sono inseriti col fiuto e la determinazione di un cannoniere ina rea di rigore Osti e Ferrero. Al 33nne sarebbe stato offerto un ricco quinquennale, una proposta irrifiutabile se il suo desiderio, come è probabile, è di lottare sino all’imbrunire della carriera in un’ambiente competitivo e prestigioso.

Se i viola non lo tenteranno, molto probabilmente sposerà il blucerchiato. Il suo arrivo non dovrebbe precludere quello di Adrien Silva, per cui la trattativa resta bollente, ma potrebbe arrestare quella di Antonio Marin. Candreva può giocare come mezz’ala, trequartista, e ala destra, e sembra che è proprio in quest’ultimo ruolo che maggiormente interessa al Doria. È stata formulata un’offerta per il croato 19nne di prestito oneroso con diritto di riscatto ma la Dinamo Zagabria non ha risposto. Sulla carta si potrebbe comunque arrivare ad entrambi.

Vicinissimo Keità Baldè, ma non verrà comunque tesserato in tempo per il match contro la Juventus, che tra i suoi campioni non avrà sicuramente a disposizione De Lingt e Alex Sandro, in dubbio Dybala. Ha detto Pirlo: «Sarà una partita difficile perchè loro verranno qua, come hanno sempre fatto, con due linee molto strette, quindi cercheremo di trovare degli spazi, anche se saranno pochi, per poterli attaccare. Dovremo essere bravi nelle loro ripartenze, perchè cercheranno di farle, quindi ci siamo preparati per aggiustare anche questo tipo di partite».

Non è stato particolarmente benaugurante il difficile esordio dei ragazzi della Primavera contro l’Inter, battuti 3-0, con doppietta di Esposito, nonostante le molte occasioni create; gli avversari erano semplicemente troppo forti.

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.