La rivoluzione è compiuta

283

Importante, adesso, sarà lasciare in pace mister Maran, senza metterlo in discussione dopo il primo o il secondo rovescio. I tifosi genoani, anche chi avrebbe accolto con maggiore favore Italiano, hanno sicuramente più pazienza rispetto al presidente Preziosi, la cui volubilità è, a ben vedere, l’insidia numero uno per il mister rossoblù, che sicuramente è atteso da un lavoro non semplice di assemblaggio.

Nessun team di serie A – a parte, forse, lo Spezia –  ha cambiato il proprio volto più del Genoa, ma la rivoluzione era davvero improrogabile dopo le pessime risultanze degli ultimi campionati e il rendimento bassissimo di parecchi giocatori. Giustissimo quindi rivoltare la rosa rossoblù come un calzino, ma a condizione che si lasci lavorare in pace il nuovo trainer senza mettergli fretta. In soldoni, aspettiamoci più di un problema nelle prime settimane di agonismo, almeno sin quando il Grifone sarà un cantiere aperto e un porto di mare. E non brontoliamo se nel match di esordio il trainer trentino andrà ad attingere quasi esclusivamente al mare magnum dei riconfermati, non tutti di primissima qualità.

In attesa di sollevare i veli sul Genoa definitivo, va detto che buon parte dei nuovi acquisti risultano eccellenti, pur con una costante negativa che caratterizza tanti di loro: uno o più infortuni gravi nella carriera. D’altronde, se certi problemi fisici non fossero sorti, difficilmente il Grifo avrebbe potuto aggiudicarseli con la semplice formula del prestito o perché svincolati.

Il 31enne Badelj non rientra tra gli ex appiedati e rappresenta, almeno per ora,il colpo più rilevante della campagna orchuestrata dall’abilissimo d.s. Faggiano. Sarà lui a dirigere il traffico in mezzo al campo, con Schone costretto a spostarsi nel ruolo di mezz’ala se non vorrà accomodarsi in panchina o cercare un ingaggio all’estero.

Ottimo prospetto, sulla carta, è il ventunenne Melegoni, che ha faticato a riprendersi dopo una lunga sosta forzata, ma sulle sue qualità e sulla sua duttilità (può giostrare indifferentemente come regista, come mezz’ala avanzata e come esterno destro) è imposibile dubitare

Parecchio ci si aspetta dall’esterno mancino Czyborra, di ottime credenziali, ed ancor più si pretenderà dall’altro eventuale innesto, stavolta sulla fascia opposta: il romanista Karsdop, sontuoso rinforzo che – se fisicamente integro – sarà un pezzo da novanta del rinnovato Grifone.

Da rimarcare pure l’arrivo di Zajc, trequartista dotatissimo, che consentirà a Maran di schierare ogni tanto il Genoa con il 3-4-1-2 o col 4-3-1-2. Simile il discorso per Pjaca, che la Juve è pronta ad offrire in prestito: nessun dubbio sulle doti del croato, la cui cariera è stata fortemente condizionata da problemi fisici.

In difesa, perso Romero, riecco probabilmente Goldaniga, tra i principali artefii della sudatissima salvezza. Pur contando Masiello e Zapata, manca ancora uno specialista del ruolo, e se arrivasse Juan Jesus, ecco che un altro salto di qualità sarebbe scontato.

Il vero cruccio riguarda tuttora la prima linea, che manca sia di una seconda punta da alternare a Pandev (magari tornasse Sanabria, che la società non ha mai perso di vista ma intende pagare con una formula coveniente), sia soprattutto di un centravanti goleador da doppia cifra. Inglese è svanito, Cutrone appare troppo caro per le finanze genoane ma qualcuno dovrà pure arrivare per colmare una lacuna grande come un grattacielo. I vari Pinamonti, Favilli e Destro, dopo il pessimo campionato appena ultimato, non riscuotono più neppure una goccia di fiducia, e l’eventuale approdo in rossoblù di Stepinski, conosciutissio e apprezzato da Maran, non appare in grado di risolvere il busillis. A questo punto sarà forse preferibile guardare oltrefrontiera, nella speranza di pescare un altro Piatek.

Pierluigi Gambino

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.