Italia U18 campione d’Europa con i genovesi Porro e Zoratti e coach Leoni

114

Che giornata la famiglia Porro!! Luca è campione d’Europa con la Nazionale Under 18. Con lui anche l’altro talento della Colombo, Zoratti, e il coach Leoni. In A1, intanto, Paolo Porro firma l’esordio con un ace al servizio con la mitica maglia del Volley Modena!

A Lecce si è chiuso in trionfo il Campionato Europeo under 18 maschile della nazionale italiana, vincitrice della medaglia d’Oro nella finale contro la Repubblica Ceca 3-0 (25-23, 25-16, 25-18). Dopo 23 anni Vincenzo Fanizza ha così riportato sul gradino più alto del podio continentale la nazionale azzurra pre-juniores: l’unico precedente risaliva al 1997, vittoria a Puchov degli azzurrini guidati da Fausto Polidori.

L’Oro di questa sera è il terzo consecutivo per Fanizza e il suo staff, dopo i trionfi dello scorso anno nell’Eyof e nel Mondiale Under 19. Con la vittoria di ieri sera salgono a 8 le medaglie complessive dell’Italia agli Europei pre-juniores: 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce). Sul gradino più basso del podio è salita la Polonia, vincitrice nella finalina contro la Bulgaria 1-3 (21-25, 27-29, 25-23, 23-25).

Nella finale l’Italia si è schierata in campo con Boninfante in palleggio, opposto Quagliozzi, schiacciatori Porro e Zoratti, centrali Balestra e Rossi, libero Laurenzano. L’Italia ha iniziato bene il match, portandosi avanti (9-6) grazie anche a un ispirato Quagliozzi. I cechi sono comunque sempre rimasti a contatto e hanno trovato la parità (14-14). Le fasi successive hanno visto un sostanziale equilibrio (19-19), spezzato dagli azzurrini che hanno chiuso il set grazie a un attacco di Porro (25-23).

La vittoria del parziale ha caricato ulteriormente i ragazzi di Fanizza, al rientro in campo l’Italia ha preso immediatamente il comando e la Repubblica Ceca ha accusato il colpo (15-11). Gli ospiti hanno commesso diversi errori, mentre le battute di Quaugliozzi e Porro (8 punti nel set) hanno contribuito ad ampliare sempre di più il vantaggio azzurro (25-16).

Nel terzo parziale la musica non è cambiata, sul (10-10) gli azzurrini di Fanizza hanno cambiato marcia e la Repubblica Ceca ha ceduto di schianto (20-14). Il monologo azzurro è proseguito sino alla fine e l’Italia ha così conquistato una medaglia d’Oro che mancava ormai da 23 anni (25-18).

Marco Zoratti:Non ho ancora realizzato, sto vivendo un sogno – dice- Una soddisfazione immensa, non pensavo di ritagliarmi un posto da titolare al fianco del mio compagno Luca Porro. Pian piano ho capito dalla formazione messa in campo in allenamento che avevo delle possibilità di giocare. Ce l’ho messa tutta. E’ stata un’esperienza indimenticabile”. Così è stato. L’atleta di Marassi, 17 anni, è la sorpresa dell’Europeo, voluta dal direttore tecnico Julio Velasco che lo ha “visto” come schiacciatore. Nella Colombo ha giocato in vari ruoli, prima centrale, poi opposto, nell’ultimo anno come palleggiatore. Zoratti è un universale, completo in tutti i fondamentali. Si può ritardare la specializzazione in questi casi, dicono anche dalla Nazionale.

Luca Leoni: “Una grandissima soddisfazione che ci ripaga di due mesi di duro lavoro, difficile descriverla – commenta – Non era facile dopo lo stop per Covid, ma i ragazzi ci hanno seguito e hanno fatto davvero bene”. Lo staff di Vincenzo Fanizza, dopo l’oro Mondiale coi 2001 con Paolo Porro, si ripete con un gruppo rinnovato (2003-2004): “Non era facile, ma abbiamo costruito uno staff affiatato e lavorando bene i risultati poi arrivano”

Luca Porro, mvp del torneo: “Un sogno che si è realizzato – dichiara – Abbiamo giocato bene, sapevamo che la Rep. Ceca era un’avversaria pericolosa ma abbiamo concesso poco. Volevamo vincere ad ogni costo. Abbiamo fatto bene per tutto il campionato. Ora ci godiamo questo splendido risultato, ma l’anno prossimo proveremo a vincere il Mondiale”.

ITALIA – REPUBBLICA CECA 3-0 (25-23, 25-16, 25-18)
ITALIA: Zoratti 3, Balestra 9, Boninfante 3, Porro 13, Rossi 3, Quagliozzi 13. Libero: Laurenzano. Staforini. N.e: Bonacchi, Truocchio, Orioli e Volpe. All. Fanizza
REP. CECA: Fabikovic 5, Bukacek 7, Kollator 9, Jirasek 5, Klajmon 5, Bryknar. Libero: Struska. Roman, Pelikan 1, Ures 3, N.e: Stieber e Toth. All. Svoboda
Arbitri: Khuc (Bel) e Portela (Por)
Durata set: 24’, 21’, 22’.
Italia: 4 a, 11 bs, 5 m, 22 et.
Rep. Ceca: 4 a, 17 bs, 5 m, 31 et.

Il medagliere azzurro agli Europei – 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce).

Albo d’Oro Europei pre-juniores – 1995 (Barcellona) Russia, 1997 (Puchov) Italia, 1999 (Gdansk) Russia, 2001 (Liberec) Russia, 2003 (Zagabria) Russia, 2005 (Riga) Polonia, 2007 (Vienna) Francia, 2009 (Rotterdam) Francia, 2011 (Ankara) Serbia, 2013 (Laktasi-Belgrado) Russia, 2015 (Sakarya) Polonia, 2017 (Gyor-Puchov) Repubblica Ceca, 2018 (Zlin) Germania, 2020 (Lecce) Italia.

MONDIALE UNDER 19
Le prime sei classificate dell’Europeo si sono assicurate la partecipazione al Campionato del Mondo under 19 del prossimo anno. Le squadre qualificate sono Italia, Polonia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Belgio e Germania.

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.