Suggestioni Danny Rose e Cutrone, Agudelo allo Spezia, Karsdorp ai dettagli

84

Da una montagna di ipotesi, anche difficilmente attuabili, come Giovinco dallo stipendio faraonico a il prestito di Lozano, il calciomercato del Genoa si è dipanato su piste ben definite, come Czyborra e Zajc, per cui manca ancora l’ufficialità ma si può dare per concluso; eppure c’è ancora spazio per tracce suggestive, alimentate dall’attività frenetica di quest’ultimi giorni. Esse rispondono ai nomi di Patrick Cutrone e Danny Rose.

Il primo è l’affare più plausibile da chiudersi, il Genoa lo aveva già sondato in passato, Llorente sembrava più vicino nonostante l’alto stipendio, nelle ultime ore il basco ha perso quota assieme all’interesse per l’altro giocatore del Napoli, Younes, e così il 22nne cresciuto nel Milan di proprietà del Wolverhampton è tornato d’attualità.

I viola al raggiungimento di determinate condizioni dovrebbero obbligatoriamente riscattarlo dai britannici per 15,5 milioni di € nel giugno 2021, oltre ai 3 già versati nel gennaio 2020; non sono però persuasi di confermare il giocatore, e stanno cercando di girarlo al Genoa così come hanno girato Kevin Agudelo, di proprietà proprio del Genoa ma legato alla Fiorentina da un analogo contratto di prestito, allo Spezia. Sembra che mentre il centrocampista colombiano ritornerà interamente di proprietà del Genoa prima della cessione temporanea agli aquilotti, anche per Cutrone si stia studiano un accomodamento che soddisfi tutte le parti coinvolte. Sull’attaccante c’è anche il Bologna, ma il Grifone è in vantaggio.

Danny Rose invece è l’ultimo nome altisonante accostato al Genoa, dall’agenzia di stampa PA: terzino sinistro 3onne del Tottenham in grado di avanzare sino a centrocampo, l’anno scorso in prestito al Newcastle, con gli Spurs vanta più di 150 presenze in campionato, e 29 con l’Inghilterra; Josè Mourinho però non lo vede, anche se ha dichiarato: «Il ragazzo è in uscita. Se il Genoa dovesse prendere Danny Rose, penso che si porterebbe a casa un ottimo calciatore». Il problema grosso è rappresentato dallo stipendio: poco più di 3 milioni netti di sterline, circa 3,5 milioni di €, saranno un ostacolo insuperabile se non accetterà un ridimensionamento.

Per il reparto avanzato c’è stato un rallentamento nello scambio Favilli-Stepinsky, anche se la trattativa resta ben avviata e in ogni caso non esclude l’arrivo Cutrone; per quello arretrato si stanno limando i dettagli con la Roma per Karsdorp, i giallorossi insistono per un biennale con obbligo di riscatto a 7 milioni legato alle presenze o comunque per un prestito oneroso sufficientemente proficuo. Per Ranocchia l’Inter prima di lasciarlo andare aspetta di piazzare un colpo che sistemi quantitativamente la retroguardia. Coi nerazzurri è ancora in sospeso la questione Pinamonti, avevano promesso di riscattarlo quest’estate e ora vorrebbero rinviare alla prossima, il suo stipendio nel frattempo è salito a 3 milioni netti e bisogna trovare una soluzione appagante per ambo le parti.

Nel frattempo si è messo in isolamento Enrico Preziosi dopo la riunione tra presidenti di Lega della Serie A dove Aurelio De Laurentiis, ammalato di Corona Virus, potrebbe aver diffuso il contagio. L’imprenditore irpino ha dichiarato al Secolo XIX: «E’ una situazione spiacevole, bisogna fare grande attenzione e ora devo rispettare tutte le norme di sicurezza. Speriamo che il Covid abbia paura di me…».

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.