Murillo e Ramirez in ritiro, offerte per Gabbiadini

54

Il calciomercato è come una partita di scacchi al contrario: tutte le pedine sono disposte in disordine e devono essere ordinate secondo mille mosse e giravolte, così che alla fine ognuna trovi il suo posto ideale. Così capita che la Samp dopo aver venduto Linetty e prima di aver deciso di Ramirez, debba pensare prima al successore di quest’ultimo che del primo, e questo anche perché Murillo è ritornato alla base, in attesa che il Celta Vigo o qualche altra compagine iberica si decida a piazzare la mossa per prenderselo.

Il trequartista uruguagio e il terzino colombiano hanno ufficialmente cominciato il ritiro con la Samp, anche se la loro situazione è delle più incerte: l’agente del primo ha detto che il giocatore e Corte Lambruschini devono riflettere a lungo, che capisce che in questo periodo di difficoltà generale le risorse del club sono limitate, ma non per questo il suo assistito può accontentarsi di un ingaggio inferiore alle sue capacità, anche considerando le ricche proposte arrivategli dall’Arabia; Murillo invece ha mercato, ma nessuna delle aspiranti acquirenti è disposta a sborsare la cifra spesa dalla Samp, chiamata a recuperare il grosso investimento effettuato per lui quando lo ha prelevato dal Valencia.

Il Celta Vigo non si è spinto oltre il milione per il prestito con opzione di diritto di riscatto, la Samp ne chiede almeno due con l’obbligo. Poco importa che tra le corteggiatrici si sia inserita anche la Fiorentina: il giocatore vuole solo la Spagna, e in particolare proprio il Vigo, dove si è trovato benissimo e si è rilanciato.

Per Ramirez invece una squadra degli Emirati Arabi sarebbe disposta a pagare tre milioni all’anno di stipendio per 3 anni: per il calciatore si tratta probabilmente di un’ottima possibilità di conseguire un ricco bottino contrattuale prima di “diventare vecchio”, a 29 anni è ancora lontano dal ritiro ma più avanti i ricchi mercati extra-europei potrebbero diventare meno generosi con lui; sono cifre fuori dagli standard blucerchiati, la speranza dell’agente probabilmente è mettere pressione ai dirigenti, al momento si prevedono lunghe trattative con la comune speranza che si faccia concreta la possibilità di una cessione proficua per entrambi.

Non essendo la cessione di Linetty sufficiente per far mercato, al momento Osti si limita a sondare i suoi possibili sostituti: Kurtic, Krunic, Barak, il 27nne Pierre-Lees Melou del Nizza e il 26nne capitano del Nantes Abdoulay Tourè. Tra questi gli “Italiani” sono più facili da acquistare e meno costosi, ma occorre sbrigarsi: su Barak c’è fortissimo il Torino, mentre Krunic è ambito dal Friburgo. Kurtic è più abbordabile, ma la Spal chiede 3 milioni, tanti per un 31nne.

La Dinamo Mosca avrebbe pronta un’offerta di 10 milioni per Gabbiadini, e pure delle squadre arabe sarebbero interessate all’attaccante, ma il giocatore preferirebbe non muoversi né dalla Samp né dall’Italia, e quindi non farà pressione per andarsene. La società blucerchiata può quindi permettersi di rifiutare le proposte russe a meno che non alzino la posta, considerando soprattutto che alla fine dell’ultimo mercato estivo avevano offerto 12 milioni, rigettati perché non si pensava ci fosse tempo sufficiente per rimpiazzare adeguatamente la punta.

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.