Europei Double Mixed Offshore: ricco programma di eventi

Da Genova a Parigi 2024 il passo è breve. Parte il Campionato Europeo 2020 della futura disciplina olimpica 2024 Double Mixed Offshore. Salpa dalla città di Genova, futura Capitale Europea dello Sport 2024 e sede del Grand Finale di The Ocean Race 2022-23.

L’evento è realizzato con il contributo di Fincantieri, Enit Agenzia Nazionale del Turismo Italiano, ICS Istituto per il Credito Sportivo, Valore Paese Fari e la Città di Genova.
Ci sarà anche una sua versione online della regata grazie alla partnership con Virtual Regatta: https://www.virtualregatta.com/en/offshore-game/  scaricando l’applicazione sul proprio dispositivo, sarà possibile regatare in diretta “contro” gli atleti del campionato.

La regata sarà inoltre live grazie al sistema di Tracking Online TracTrac visibile su https://www.tractrac.com/event-page/event_20200902_Emoec/1931

Da qualche giorno gli atleti hanno raggiunto la città di Genova, domenica dedicata ad attrezzare le barche in vista della prima uscita di domani. “Siamo molto curiosi di metterci finalmente alla prova – così commenta Claudia Rossi che con Matteo Mason rappresenta l’Italia – fino a oggi abbiamo fatto tante miglia in coppia per avvicinarci a questa disciplina a bordo di un 34 piedi, ma senza alcun confronto con avversari diretti e con una barca concepita per regate in equipaggio. Siamo dunque al nostro debutto in regata e con la barca che vediamo oggi per la prima volta”.

Claudia Rossi, abituata a regate in monotipo e tra le boe – è Campionessa Europea della Classe J70 2019 – prosegue: “Per me e Matteo è un battesimo di fuoco, visto il calibro dei nostri avversari, ma non vediamo l’ora di metterci in gioco. Fare tre notti in mare e una regata lunga è per me una grande novità. Abbiamo lavorato molto sull’affiatamento e sulla gestione di tempo e ruoli con l’obiettivo di poter essere entrambi in grado di fare tutto a bordo. Naturalmente le condizioni meteo che incontreremo in regata saranno una variabile importante, ma siamo pronti a tutto. Domani usciamo con l’L30 per la prima volta in assoluto e non vediamo l’ora di conoscere bene questa piccola barca che però promette molto bene… Visto che è la prima impressione, quella conta, vedremo di metterci il massimo impegno”.

Domani assegnazione delle imbarcazioni, briefing su sicurezza in mare e prima uscita per tutti gli equipaggi. Alla sera talk show con gli atleti moderato dal giornalista Fabio Pozzo, martedì è in programma una regata di prova davanti al Lido d’Albaro e mercoledì la partenza della lunga con un target di durata intorno alle 72 ore. Il percorso verrà deciso in base alle condizioni meteo e attualmente prevede una rotta che da Genova porterà i partecipanti a doppiare lo scoglio della Giraglia a Nord della Corsica per poi dirigersi verso le isole di Capraia, Pianosa, Secche della Meloria, Tinetto e fare ritorno nel golfo di Genova. L’arrivo è previsto per il 5 pomeriggio, a cui seguirà la premiazione a Porto Antico.

Condividi