Prima l’allenatore e poi l’attaccante

120

Vincenzo Italiano è il nome designato per diventare il prossimo nome sulla panchina del Genoa, diverse spanne su tutti i concorrenti, compreso l’attuale occupante, Davide Nicola. Repubblica non esclude che il torinese possa rimanere sulla panchina del Grifo, soprattutto nel caso che non si chiuda con l’attuale mister dello Spezia, mentre altre testate sono più categoriche: il mister ormai è destinato a cambiare. Ruolo chiave per la squadra della prossima stagione, quale che sarà il suo allenatore, è il centravanti. La società sta lavorando su due tavoli: da un lato batte la pista per l’allenatore, dall’altro sondaggia vari attaccanti per essere pronta a procurargli subito il più adatto.

Il listone delle punte non è meno corto di quello delle guide tecniche: di Llorente, cercato anche dal Benevento, si parla ormai da giorni; del Napoli, con cui Faggiano ha uno speciale feeling di mercato, si guarda all’ex blucerchiato Petagna, comprato in anticipo dagli azzurri ma ora ritrovatosi nella prigione d’oro della riserva di lusso; alla lista dei papabili per la Gazzetta dello Sport si è aggiunto Cutrone, considerando le reticenze della Fiorentina a pagare al Wolverhampton il riscatto da 18 milioni di €; più distante Torregrossa; il Secolo XIX infine riporta l’interesse per Landry Dimata, 22nne belga-congolese dell’Anderlecht.

A prescindere da chi eventualmente arrivi tra questi e altri profili a ora sconosciuti, si lavora per trattenere Sanabria e tentare Sebastian Giovinco. Sulle ali il mirino è su Filippo Falco del Lecce.

Preoccupa anche la situazione tra i pali: con l’Atalanta che ha messo gli occhi sullo juventino Perin, una concorrenza difficile da contrastare, e Ichazo che ha firmato per la sua vecchia squadra del Danubio, l’unico portiere rimasto è Marchetti. Il Genoa guarda a Gabriel del Lecce e pensa a Marcin Bulka, 20nne del Paris St Germain dal grande potenziale che vorrebbe giocare titolare in un grande campionato.

Meno vaghezza negli acquisti a livello di staff: almeno mezza dozzina di persone seguiranno Faggiano nella sua nuova avventura. Di sicuro Vincenzo De Vito e Raffaele Rubino, molto probabilmente Beppe Corti, grande osservatore che è stato anche un calciatore rossoblù negli anni ’80. Da valutare il futuro di Marco Rossi, lo storico capitano e attuale club manager, che è stato un fidatissimo di Marroccu.

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.