Arriva Faggiano, l’azzardo di Preziosi scatena il toto mister

188

Dall’altera Villa Rostan alla sanguigna Marassi non può esserci pace. Si sono appena deposte le polveri della battaglia per non retrocedere che già Enrico Preziosi, non si può dire quanto coerente con le sue dichiarazioni di voler fare un passo indietro col Genoa, si appresta a una fulminea rivoluzione. Le prime teste a cadere saranno proprio degli uomini a cui aveva affidato, con esito infine felice, i ruoli chiave per la permanenza in massima serie: il Ds Maroccu e l’allenatore Davide Nicola.

Per il primo ormai i giochi sono fatti: manca solo l’ufficialità per l’approdo di Daniele Faggiano in rossoblù, deus ex machina del Parma nella scalata degli Emiliani dalla “C1” alla A e delle ultime due stagioni targate Gervinho e Kulusevsky. In precedenza nel medesimo ruolo aveva guidato il Trapani dalla Lega Pro al terzo posto in cadetteria e alla finale playoff col Pescara nel 2015-16; al Palermo di Zamparini aveva saputo portare il rampante De Zerbi, prima di dare le dimissioni dopo l’esonero. Sembra che Faggiano addirittura sarà Amministratore Delegato in vece di Zarbano, che assumerà il ruolo di presidente al posto di Preziosi.

Dovrebbe portarsi con sé un allenatore di sua fiducia, nonostante l’affetto dei tifosi per Davide Nicola. La suggestione più grande è D’Aversa, ma è improbabile che il Parma, che sta affrontando un cambio di proprietà, si lasci privare anche del suo mister. Un candidato forte è Vincenzo Italiano, a suo tempo regista coi piedi e il cervello fini, nonostante non sia risucito a esprimersi al meglio nei 6 mesi passati proprio sotto la Lanterna nel 2005-06; da allenatore , l’anno scorso ha condotto sempre il Trapani a una promozione dalla C alla B e questa stagione ha condotto lo Spezia a uno storico terzo posto, sta svolgendo i playoff che potrebbero valere un ancor più eclatante approdo nella massima categoria. Più defilati Maran, vecchio pallino del patron irpinate e strepitoso in avvio di 2019 al Cagliari, e, curiosamente,  i tecnici iniziali delle uniche squadre finite dietro il Grifone: Liverani, Corini e Semplici, che all’ultimo non ha trovato l’accordo con l’Udinese.

Non è comunque da escludere una permanenza di Nicola, molto richiesto in tutto lo stivale e forte di un contratto per un’altro anno, dovuto a una clausola salvezza; tuttavia nella piazza che sarebbe stata la sua meta prediletta, la Torino granata, si è già accampato Giampaolo. A contratto per un intero anno resta pure Andreazzoli, per cui si registra un’interesse dell’Entella nell’ipotesi in cui Boscaglia si accasi al Palermo o all’Empoli.

Sono cercati profili disposti a impostare il loro gioco su un 4-3-3 di base, per cui la società  è in cerca di ali e terzini. Il primo nome sul taccuino è il 28nne esterno destro Filippo Falco del Lecce, ma secondo il Secolo XIX sarebbe legittimo aspirare, oltre che a Giovinco, ora pagatissimo talento purosangue in Arabia (10 milioni di stipendio!), a Younes e Ounas del Napoli, oltre che al 9 grande veterano Llorente; su tutti e tre c’é pure il neopromosso Benevento, che è interessato pure a Lapadula, rientrante dal prestito in Puglia. Pinamonti dovrebbe essere restituito all’Inter per i 20 milioni del suo cartellino e girato al Verona, dove dovrebbe rimanere Gunter, mentre dai nerazzurri alla Superba dovrebbe arrivare l’ex gialloblù Di Marco, altro esterno d’attacco. Si lavora per il riscatto di Sanabria, ma il vero sostituto di Pinamonti dovrebbe essere Torregrossa, per cui c’é un derby di mercato con la Samp. In difesa Ghiglione ha chiesto di essere mandato in prestito per avere più minuti, mentre dovrebbe essere riscattato Goldaniga, al contrario di Soumaoro. Si lavora per il ritorno definitivo di Perin per cui c’é la forte e insidiosa concorrenza dell’Atalanta.

Tra gli outsider per l’attacco il centravanti croato 22nne Dario Vizinger, che milita in Slovenia al Celje, fresco vincitore del suo primo titolo nazionale: il giovane sloveno ve l’ha condotto con 23 reti e 13 assist, per la linea mediana il 19nne Santiago Hezze dell’Huracan.

Federico Burlando

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.