Il Bologna torna bestia nera, Samp in guai seri

29

Partiamo dall’unica attenuante: il mancato rigore, con espulsione annessa, per il colpo da ko inflitto in pieno volto dal difensore bolognese Danilo a La Gumina in prina area nei minuti iniziali. Un episodio che, con un arbitro più attento, avrebbe cambiato letteralmente i connotati al match. Il fuorigioco fischiato nel prosieguo, infatti, non può annullare la scorrettezza del brasiliano.
Non esistono ulteriori appigli per salvare in corner una Samp che, dopo aver perso con onore nella tana di Inter e Roma, si è sciolta come un ghacciolo nella sfida più abbordabile, quella che avrebbe dovuto produrre preziosi punti salvezza.

Ranieri ha capito da tempo che qualche pilastro è indietro di condizione ed ha il fiato corto, sicché non è stato un errore strategico l’atteggiamento prudente mostrato nel primo tempo, in cui i petroniani hanno comandato territorialmente, peraltro costruendo solo una palla-gol, proprio come i padroni di casa.

La ripresa però ha squadernato tutti i limiti dei blucerchiati, presto travolti sotto l’aspetto atletico. Ma non può essere tollerato né il contropiede concesso agli ospiti né l’assurdo, suicida intervento di Murru, in piena area, su un Orsolini che non avrebbe potuto più rendersi pericoloso. Il difensore sardo è un recidivio in questo tipo di falli: segno che non riesce a controllarsi e a mantenere la necessaria lucidità.

Date le recenti prestazioni del pari ruolo Augello, era proprio il caso di riproporlo e di tenerlo in campo così a lungo? Ranieri non ha convinto, inoltre, nella gestione dei cambi. Doveva mutare assetto e uomini ben prima, dopo aver constatato che il centrocampo faceva acqua. Ekdal è un elemento determinante, ma dopo qualche minuto del secondo tempo ha finito la benzina: urgeva sostituirlo ed invece il mister lo ha lasciato in campo sino alla fine. Altra mossa discutibile: il ritardo col quale è stato inserito Ramirez, un ex cui certamente non mancavano le motivazioni.

Possibile che l’uruguagio determinante prima della lunga sosta, sia finito così indietro nelle gerarchie del testaccino? Anche la carta Bonazzoli, targata disperazione, doveva essere anticipata.
Con ciò, incolpare Ranieri per la sconfitta appare un controsenso. La squadra era ed è rimasta modesta. Priva di Quagliarella, è a corto di armi affilate in avanti, e della difesa non ci si può mai fidare, neppure quando si ha di fronte una prima linea, quella petroniana, tutt’altro irresistibile. Sì perché pure il raddoppio degli emiliani, stavolta su azione, è stato favorito da una dormita doriana a centro area.
E’ il centrocampo, però, il reparto più involuto, e francamente attribuire quest’impasse all’assenza dello squalificato Jankto sarebbe un’altra esagerazione. Manca la qualità, inutile negarlo.
Così il match che poteva regalare una bella fetta di salvezza ha complicato notevolmente il cammino futuro di una squadra che a metà settimana, nell’incandescente spareggio di Lecce, si giocherà letteralmente la vita. Fortuna che i giallorossi salentini non avranno il pubblico a sostenerli e che i numerosi diffidati di casa Ranieri hanno scongiurato il cartellino giallo, ma la disponibilità di tutti o quasi i calciatori non scaccia le preoccupazioni. Il Covid purtroppo si è abbattuto su non pochi blucerchiati, indebolendoli e condizionandone il rendimento.
Il Lecce però ha dato ampia prova delle sue scarsissime qualità e, francamente, se la Samp sapese interpretare la gara secondo i voleri del suo allenatore – difesa chiusa, squadra corta, capacità di non concedere spazi sterminati e nel contempo di sfruttare le ripartenze – l’impresa minima di non perdere dovrebbe essere centrata senza spasimi eccessivi. Mai come stavolta i blucerchiati saranno padroni del proprio destino.

Pierluigi Gambino

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.