Memorial Giulio Ottolia: a Savona la sfida Vallortigara-Trost con madrina Simeoni

193

Manca un mese alla nona edizione del Meeting Città di Savona-Memorial Giulio Ottolia: giovedì 16 luglio (in diretta RAI SPORT dalle ore 17:45 alle ore 19:15) al centro sportivo della Fontanassa sarà una sorta di Campionato Italiano Assoluto anticipato nel salto in alto femminile. La specialità, una novità rispetto alle ultime edizioni del Memorial Ottolia, attende nel cast tutte le migliori specialiste italiane, impegnate nel primo contest di livello internazionale dopo il lockdown (la riunione di Savona, allestita da CUS Savona e CUS Genova, è stata promossa nel circuito FIDAL TOP) alla caccia del Trofeo Noberasco, che verrà celebrato da una madrina d’eccezione come Sara Simeoni, nell’alto campionessa olimpica a Mosca 1980 e primatista del mondo con 2.01.

Elena Vallortigara (CS Carabinieri), vicentina di Schio laureata in Psicologia, è stata l’ultima grande protagonista azzurra prima che il tornado Covid-19 spazzasse via il carnet delle competizioni: ai Campionati Italiani Assoluti indoor lo scorso 23 febbraio conquistò la sua quarta maglia tricolore Assoluta in carriera (la terza al coperto) con la misura di 1.96, standard olimpico per i Giochi di Tokyo 2020 nel frattempo “traslati” al 2021. Dopo una carriera giovanile luminosa (bronzo mondiale Under 18 nel 2007 quando di anni ne aveva ancora 15 e poi ancora terza ai Mondiali Under 20 tre anni dopo) Vallortigara ha vissuto un lungo periodo di stallo rialzando prepotentemente la testa nel 2018, quando in un pomeriggio magico a Londra seppe salire a 2.02, seconda italiana di sempre dopo Antonietta Di Martino.

La rivale più attesa è Alessia Trost, pordenonese delle Fiamme Gialle, un’altra ragazza che da “under” ha fatto vedere ottime cose. Se i trascorsi di Vallortigara (classe 1991) sono luminosi quelli di Trost (nata nel 1993) sono addirittura stellari con l’oro mondiale Under 18 a Bressanone 2009, il titolo iridato Under 20 di Barcellona 2012 e i successi agli Europei Under 23 conquistati nel 2013 a Tampere e nel 2015 a Tallinn. Da “grande” la friulana, approdata a 2.00 nel 2013, si è già presa soddisfazioni importanti come il bronzo mondiale indoor 2018 e la finale olimpica conclusa al quinto posto a Rio de Janeiro 2016.

Tutt’altro che comprimarie potrebbero essere Erika Furlani (Fiamme Oro) e Idea Pieroni (Virtus CR Lucca). La prima, romana con origini senegalesi da parte di mamma, quest’anno ha eguagliato il personale indoor con 1.90 mentre all’aperto vanta un limite di 1.92. In bacheca ci sono pure l’argento iridato Under 18 (2013) e un titolo italiano Assoluto (2017). Pieroni, toscana che deve il suo nome a un libro, non ha ancora 18 anni (li compirà il prossimo 18 settembre) ed è il nome nuovo italiano della specialità: ottava agli Europei Under 20 2019 quando di anni ne aveva ancora sedici, nell’ultimo inverno è cresciuta fino a un eccellente 1.90, a un solo centimetro dal primato italiano Juniores indoor detenuto da Alessia Trost dal 2012.

Il direttore organizzativo del meeting Marco Mura ha allestito un autentico antipasto di Campionato Italiano anche nei 110m ostacoli maschili (Trofeo Bianalisi-Omnia Medica), al via ci saranno infatti i vincitori degli ultimi otto titoli italiani Assoluti dei 110m ostacoli e degli ultimi sette ori tricolori dei 60m ostacoli indoor. Parliamo di Lorenzo Perini (CS Aeronautica), Hassane Fofana (Fiamme Oro) e Paolo Dal Molin (Fiamme Oro): Perini, campione italiano indoor in carica, vanta l’oro ai Giochi del Mediterraneo 2018, l’argento agli Europei Under 20 2013 e un personale da 13.46, a Savona ha vinto le ultime tre edizioni del meeting;  Fofana, personale da 13.44, al collo si è messo l’oro dei Giochi Europei 2019 e sempre nella scorsa stagione ha raggiunto la semifinale ai Mondiali; Dal Molin è stato spessissimo frenato dagli infortuni nelle ultime stagioni ma in carriera vanta un argento agli Europei indoor (2013) e tre semifinali agli Europei all’aperto, oltre a un record da 13.40. Atteso anche Mattia Montini (CS Carabinieri), campione e primatista italiano Under 23 della distanza dei 60m ostacoli al coperto.

Il programma tecnico del Meeting Città di Savona-Memorial Giulio Ottolia prevede anche 100 metri, 400 metri, salto in lungo, getto del peso e lancio del giavellotto maschili e 100 metri, 200 metri, 400 metri, 100 metri ostacoli e salto in lungo: tra i “big” già annunciati il primatista italiano Assoluti dei 400m Davide Re, il primatista italiano Assoluto indoor del getto del peso Leonardo Fabbri e la campionessa europea Under 20 del lungo Larissa Iapichino.

Il meeting è realizzato con il patrocinio del Comune di Savona, della Fondazione Agostino De Mari, della FIDAL, del CONI, del CIP e della FISPES. Main sponsor della manifestazione sono Bianalisi-Omnia Medica, Unione Industriale delle Provincia di Savona, Noberasco, Ristorante Conca Verde, Italtende Del Grande e Lions Torretta. Partner tecnici sono Mondo e Sporting Savona.

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.