Genoa-Lazio: i precedenti

36
FERRARA, ITALY - NOVEMBER 25: Domenico Criscito of Genoa CFC looks on during the Serie A match between SPAL and Genoa CFC at Stadio Paolo Mazza on November 25, 2019 in Ferrara, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Domenica all’ora di pranzo il Genoa affronta la Lazio, fresca di vittoria nello scontro diretto contro l’Inter, con i capitolini lanciatissimi ad un solo punto dalla capolista Juventus ed imbattuti da diciannove partite, frutto di ben quindici vittorie e quattro pareggi; il Genoa di Nicola, reduce da due vittorie consecutive, andrà alla caccia di punti salvezza, per abbandonare la terz’ultima piazza.

I precedenti sono favorevoli al Grifone, che in casa ha affrontato 51 volte i biancazzurri, vincendo in 31 occasioni, con 10 tra pareggi e successi esterni; nella scorsa stagione una rasoiata di Criscito al terzo minuto di recupero fece esplodere la Nord in un match in cui gli ospiti erano andati in vantaggio alla fine del primo tempo con Badelj, raggiunti alla mezz’ora della ripresa da Sanabria.

L’ultima vittoria romana nel campionato precedente, il 17/9/2017 fu un incontro combattutissimo, con la rete di Bastos, l’ingresso del giovanissimo Pellegri che segnò una doppietta imitato da Ciro Immobile, pure lui a segno due volte, con la rete decisiva propiziata da un clamoroso errore di Gentiletti.

Pareggio per 2-2 il 15 Aprile dello stesso anno, Genoa due volte in vantaggio grazie alle incornate di Simeone e Pandev e gol di Biglia su rigore e Luis Alberto, alla prima segnatura “italiana”, con Juric ed Inzaghi entrambi espulsi.

Il pareggio senza reti del 2015-2016 interruppe una serie di quattro vittorie consecutive dei rossoblù, Pinilla fu decisivo il 21/9/2014 su assist di Perotti, nel marzo dello stesso anno esultarono Gilardino e Feftazidis, nel febbraio 2013 il 3-2 fu fondamentale nella rincorsa salvezza dell’undici di Ballardini, con la rete decisiva al quinto minuto di recupero di Rigoni dopo i sigilli di Borriello e Bertolacci e la rimonta firmata Floccari e Mauri, l’anno prima, nella ghiacciaia del “Ferraris”, Palacio e la doppietta di Jankovic vanificarono le prodezze di Ledesma e Gonzalez.

La partita con più reti è datata 15/11/1942, finì 6-5 per i padroni di casa, negli anni sessanta fu protagonista un giovane Gigi Meroni che il 16/2/64 entrò nel tabellino nel rotondo 4-1 confezionato dai gol di Baveni, Bean e Dal Monte, con Mario Maraschi a segno per gli ospiti, nella prima giornata del campionato successivo, era il 13 settembre, decise Cappellini, futuro attaccante interista.

Nel giorno dell’Epifania del 1974 i laziali di Maestrelli, che a fine stagione vinsero lo scudetto a soli due anni dalla risalita nella massima serie, s’imposero 2-1 con doppietta dell’ala Garlaschelli, con Sidio Corradi in gol su rigore per il Grifo, nelle stagioni successive fu protagonista il “bomber” per antonomasia, Roberto Pruzzo, che segnò una doppietta nel 3-1 finale del dicembre 1976 (in rete anche Damiani e Agostinelli su rigore), il 11/9/1977 alla prima giornata fu ancora decisivo “O’ rey di Crocefieschi” nel 2-1 finale, dopo il vantaggio di D’Amico e l’autorete di Badiani.

Per chiudere Fontolan realizzò una doppietta nel 2-2 del 25/3/90, anche Skuhravy andò a segno due volte, con singola di Bortolazzi, nel 3-1 del 14/4/91.

Marco Ferrera

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.