Inter vince un derby spettacolare, Juve in emergenza

18

Cade la Juventus rimontata al Bentegodi dal sempre più sorprendente Verona di Juric, al sesto posto dopo la quarta di ritorno e ne approfittano l’Inter, che ribalta il Milan e vince il derby in rimonta ed aggancia i campioni d’Italia e la Lazio corsara a Parma, ad un solo punto dalla vetta.Terza sconfitta per i bianconeri cui non basta il solito Ronaldo (a segno per la decima partita consecutiva) per avere ragione della banda Juric, che vince sul piano della corsa e della determinazione grazie a Borini e ad un rigore nel finale dell’eterno Pazzini, Sarri non è riuscito a dare un gioco e un’identità a tanti campioni tenuti a galla dal solito CR7, che in Veneto non è bastato. La carica agonistica e la determinazione trasmessa da Conte permettono all’Inter orfana di Handanovic di rimediare ad un primo tempo da incubo, in cui Rebic ed Ibra avevano messo a nudo le carenze difensive nerazzurre, amplificate dagli errori di Padelli, sostituto arrugginito del portiere sloveno. Nella ripresa un immenso Brozovic ha dato il via alla rimonta, suggellata da Vecino, De Vrij e Lukaku, che hanno infierito su un Milan carente in mezzo e difensivamente, anche se prima della quarta rete di Lukaku , Ibra aveva colto un palo che poteva significare pareggio. La rete di Caicedo permette alla Lazio di restare in scia, in un match in cui D’Aversa, tecnico dei ducali, si lamenta per alcune decisioni arbitrali, con Luis Alberto interprete magistrale della manovra biancazzurra, l’Atalanta ritorna al successo, vincendo in rimonta sul campo della Viola, cui non è bastata la staffilata di Chiesa: Zapata e Malinovskyi hanno messo a nudo le carenze della formazione di Iachini, ripiombata ai margini della zona pericolosa, attendendo il rientro di Ribery. Successo che permette agli orobici di issarsi solitari al quarto posto, approfittando dell’ennesima battuta d’arresto casalinga della Roma, sconfitta dal sorprendente Bologna a segno con Orsolini e con una doppietta di Barrow, inseritosi al meglio negli schemi di Mihajlovic, con la seconda segnatura del gambiano che entra di diritto tra i gol più belli della stagione, in una giornata che ha fatto registrare ben trentatré segnature.

Si infiamma la lotta in fondo alla classifica, perde la Spal sconfitta in rimonta ed al novantesimo da una perla del solito Boga, con il Sassuolo che conferma il suo buon momento e mister Semplici che viene avvicendato da Di Biagio che dovrà fare un miracolo per condurre alla salvezza gli estensi, solo al terzo minuto di recupero il Brescia deve accontentarsi del pari interno contro l’Udinese salvata da De Paul, in una partita dominata per lunghi tratti dalla formazione di Gotti, vincono le altre squadre impegnate in basso, la Samp sabato nell’ennesima rimonta di una giornata in cui ci sono stati sei successi esterni; dopo la prima rete stagionale di Verdi propiziata dal liscio di Colley, sale in cattedra Gaston Ramirez , prima disegnando un arcobaleno su punizione che va a morire nell’angolo alto di Sirigu, poi raddoppiando con un destro prepotente prima del sigillo finale su rigore di Quagliarella, al gol numero 160 nella massima serie, una rete di un altro “vecchietto”, Goran Pandev, sesto centro stagionale, permette al Genoa di Nicola di dare continuità alla serie positiva contro il Cagliari che non vince da nove partite e recrimina per la traversa nel recupero di Nainggolan, vince la seconda partita consecutiva il Lecce e lo fa a sorpresa in casa del Napoli, con Lapadula autore di una doppietta sugli scudi , con i partenopei che ripiombano nell’anonimato dopo aver illuso con le vittorie contro Juventus e Samp, in una partita in cui il direttore di gara Giua si è rifiutato di consultare il Var per un rigore ai danni di Milik che pareva solare.

Il prossimo turno si aprirà con una partita forse già decisiva per la Spal, attesa dalla trasferta in casa del Lecce che vincendo potrebbe porre una seria ipoteca su una salvezza che sembrava difficile fino a quindici giorni fa, nel tardo pomeriggio anche il Genoa cercherà punti nella trasferta in casa del lanciatissimo Bologna dell’ex Palacio, con i liguri che non vincono lontano da casa da quasi tredici mesi, quando s’imposero sul terreno di Empoli. Chiuderà il quadro del sabato lo scontro per il quarto posto di Bergamo tra l’undici di Gasperini e la Roma, a tre punti dalla Dea.
Turno di grande interesse in coda ma soprattutto in testa, con la Lazio che riceverà l’Inter domenica scorsa, cercherà di approfittarne la Juventus, che ospiterà allo Stadium il Brescia in una partita che pare dall’esito scontato. All’ora di pranzo l’Udinese insegue punti pesanti per restare fuori dalla mischia salvezza ospitando la formazione maggiormente in spolvero, quel Verona che Juric ha plasmato a sua immagine e somiglianza, la Sampdoria tonificata dal successo di Torino riceverà la Fiorentina dell’amato ex Iachini ed in caso di successo scavalcherebbe i viola, il derby emiliano tra Sassuolo e Parma, due formazioni tranquille, dovrebbe garantire spettacolo mentre alle diciotto di domenica si affronteranno due deluse dell’ultima fase di stagione, Cagliari e Napoli.

Chiuderà la giornata lunedì prossimo il match del Meazza tra Milan e Torino, in una rivincita del recente confronto di Coppa Italia, con i granata di Longo che in caso di quinta sconfitta sconfitta consecutiva potrebbero trovarsi invischiati nella melma della bassa classifica.

Marco Ferrera

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.