Il Ringhio del campionato che non si chiude

13

Rallentano la corsa tutte le prime della classe, la Juventus perde la seconda stagionale al S.Paolo contro il Napoli che esce dalla crisi profonda di risultati sconfiggendo Sarri e Higuain, “cori ‘ngrati” , l’Inter pareggia la quinta nelle ultime sette subendo la rete dell’ex Nainggolan, la Lazio dopo undici vittorie consecutive conta il pareggio nel derby capitolino contro una Roma che avrebbe meritato i tre punti.

Zielinski ed Insigne regalano tre punti che potrebbero significare risalita per la squadra di Gattuso, con Ronaldo a segno per l’ottava partita consecutiva per l’inutile gol della bandiera, Martinez, gol numero undici in stagione, rovina tutto facendosi espellere nel finale dopo la staffilata del “Ninija” , nel giorno del rientro tra i pali di Cragno dopo il lungo infortunio, solo un clamoroso errore del portiere romanista Pau Lopez consente ad Acerbi di pareggiare la zuccata di Dzeko, anche questa propiziata da un’uscita avventata di Strakosha che si è comunque riscattato nella ripresa, con la Lazio che, dovendo ancora recuperare il match interno contro il Verona, è potenzialmente a due punti dai bianconeri.

Delle prime l’unica a fare risultato pieno è stata l’Atalanta, un autentico rullo compressore l’undici del Gasp, che ne fa sette (!!!) a Torino , infliggendo ai granata la più pesante batosta della storia: tre volte Ilicic, con un gol pazzesco da centrocampo , due Muriel e le singole di Gosens e Zapata fanno volare i nerazzurri, nettamente il miglior attacco con 57 reti dopo 21 partite e con Sirigu migliore dei suoi che ha evitato un passivo ancora maggiore.

Da mettere in copertina anche Parma e Verona, due formazioni che ad inizio stagione si pensava potessero far parte del gruppo in lotta per la retrocessione e che invece continuano a sorprendere, i ducali archiviando la pratica Udinese e gli scaligeri lo scoglio Lecce già con due reti nella prima frazione, terzo successo consecutivo per il Milan che fatica parecchio a Brescia, salvato più volte da Donnarumma prima della stoccata a metà ripresa del croato Rebic, al terzo gol nelle ultime due partite.

Terza vittoria lontano da casa nelle ultime quattro per il Bologna, che vince in rimonta il derby emiliano contro la Spal, cui non è bastata l’ottava rete di Petagna per dare continuità alla clamorosa vittoria di Bergamo, trascinato dagli ex blucerchiati Soriano e Poli l’undici di Mihajlovic ha sfruttato il primo gol del nuovo arrivato Barrow.

In coda fanno punti solo le due genovesi , il Genoa si rammarica perché avrebbe meritato il bottino pieno contro la Fiorentina, salvata da uno straordinario Dragowski, che ha issato la saracinesca sui tentativi di Criscito su rigore (primo errore dopo tredici tentativi), Biraschi e Pinamonti, che sui titoli di coda si è fatto ipnotizzare dal portiere gigliato, la Samp in superiorità numerica per gran parte dell’incontro per l’affrettata espulsione di Peluso non ha saputo approfittarne, lamenta un mancato rigore nel finale per trattenuta su Gabbiadini non fischiato dal mediocre Piccinini ma è piaciuto maggiormente il Sassuolo, che rimane con un margine rassicurante (otto punti) sulla zona pericolosa, con gli uomini di Ranieri che hanno perduto una grande opportunità per mandare a sette punti le avversarie.

Nella prossima giornata, terza di ritorno, la Juventus, ospitando la Fiorentina e la Lazio, che riceverà la Spal, cercheranno di sfruttare al meglio l’impegno tra le mura amiche, con l’Inter che viaggerà alla volta di Udine contro una formazione che non potrà permettersi ulteriori rilassamenti dopo due sconfitte consecutive. Grande interesse e punti pesanti nella partita di domenica pomeriggio a Bergamo, dove l’Atalanta del rimpianto ex Gasperini riceverà il Genoa di Nicola, apparso in decisa crescita a Firenze e per nulla intenzionato a fare l’agnello sacrificale contro il miglior attacco del campionato, nelle tre partite di sabato che apriranno il turno il Brescia, sfortunato ma vivo contro il Milan, andrà alla caccia di punti salvezza sul terreno del tranquillo Bologna, Cagliari e Parma appaiate sulla sesta piazza a quota 31 insieme al Milan vorranno cercare di dare corpo alle loro ambizioni mentre in serata la Roma in casa del Sassuolo cercherà di confermare il suo buon momento anche per mantenere il quarto posto insidiato dall’Atalanta.

Non è così scontato il pronostico per il Milan, a caccia del quarto successo di fila, arriverà a S.Siro il Verona dei miracoli di Juric che gioca con la forza dei nervi distesi, con due ex rossoblù come Lazovic e Veloso sempre grandi protagonisti, il Lecce inseguirà il primo successo casalingo opposto al Toro che dovrà farsi perdonare la vergognosa scoppola subita, chiuderà il turno l’impegno di lunedì sera della Sampdoria, ma non sarà agevole ottenere punti contro il ritrovato Napoli di “Ringhio” Gattuso che dopo l’impresa contro la capolista vuole tornare a frequentare i piani più nobili della graduatoria.

Marco Ferrera 

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.