La Juve stacca l’Inter, grande bagarre salvezza

23

Va in archivio la prima giornata di ritorno e la Juventus prova la prima mini fuga. Il 2-1 ottenuto faticando contro il Parma, con Ronaldo ancora autore di una doppietta (11 reti nelle ultime 7 e 16 gol totali in campionato), permette agli uomini di Sarri di mandare l’Inter, incapace di vincere a Lecce, a quattro punti, con la Lazio che ha maramaldeggiato sulla Sampdoria con un super Immobile (tripletta per lui e re del gol con 24 centri) che potenzialmente, in caso di successo nel recupero contro il Verona all’Olimpico, scavalcherebbe l’Inter portandosi a tre punti dalla capolista.

Dicevamo del rallentamento interista, due sole vittorie nelle ultime sei partite, incapace di mantenere il vantaggio conquistato a Lecce grazie all’incornata di Bastoni e raggiunta da Mancosu, al sesto centro stagionale, con i salentini che hanno interrotto la serie di quattro sconfitte consecutive.

Sul quarto gradino si consolida la Roma, corsara a Marassi rossoblù nonostante le numerose assenze, approfittando dell’inopinata battuta d’arresto casalinga nel “Monday night” dell’Atalanta contro la Spal (gran gol di Valoti per il 2-1), un successo, quello degli estensi, che infiamma la lotta in coda, dove hanno fatto tutti punti ad eccezione delle genovesi. Da rimarcare a Bergamo il vantaggio bergamasco con un gran colpo di tacco di Ilicic, alla decima marcatura, che ha ricordato un’antica prodezza di Roberto Bettega a Milano contro i rossoneri. A proposito di passato, cartellino rosso per la Lega calcio che non ha ricordato con un minuto di silenzio la scomparsa di un grande attaccante del passato, quel Pietro Anastasi che ci fece sognare e vincere l’unico europeo in una calda notte del giugno 1968, con la fiaccolata finale nel catino sulle sponde del Tevere.

Tornando al campionato, Boga è decisivo con un gran gol ed un assist nella rimonta completata al “Mapei” ai danni del Torino, regalando tre punti importantissimi agli emiliani dopo una serie negativa, il Brescia grazie ad una doppietta di Torregrossa, con una gran conclusione da fuori in occasione del temporaneo 2-1, va vicino alla posta piena che gli viene impedita dalla doppietta di Joao Pedro, tredici gol in stagione ed emorragia di risultati interrotta per i sardi, reduci da quattro sconfitte consecutive. Una doppietta di Rebic permette solo nel recupero al Milan di Pioli di riavvicinarsi alla zona europea, con l’Udinese che si deve fermare dopo tre vittorie consecutive al termine di una partita giocata alla grande, in cui Donnarumma, dopo l’errore iniziale, ha alzato la saracinesca davanti a De Paul e compagni con due interventi straordinari. La zuccata di Borini all’esordio in maglia gialloblù consente al sempre più sorprendente Verona di Juric di uscire indenne in casa del Bologna nella giornata in cui Genova calcistica piange, con la cinquina subita dalla Sampdoria della coppia centrale difensiva Chabot  Colley in versione “prego s’accomodi” ed il Genoa  che nel momento di massima pressione per raggiungere il pari, trascinato dall’ammirevole Pandev, paga a caro prezzo la topica difensiva della coppia Romero – Perin e dopo la vittoria della Spal chiude mestamente la graduatoria.

Continua la crisi irreversibile del Napoli, sconfitto al S.Paolo dalla ritrovata Fiorentina di Iachini, trascinata dai gol di Chiesa, che non segnava dallo scorso ottobre e del giovane gioiello Vlahovic, autore di una segnatura d’autore e di sopraffina bellezza.

La seconda giornata di ritorno propone il derby della Capitale, con i biancazzurri che vogliono continuare a sorprendere dopo undici vittorie consecutive ma dovranno fare i conti con una Roma in ripresa dal punto di vista della manovra, il Napoli in piena crisi riceverà la capolista in un match che fino alla scorsa stagione era sfida scudetto, con Sarri che ritornerà nella città che lo ha prima amato e poi sportivamente odiato. Sarà chiamata al riscatto l’Inter che riceverà il Cagliari così come Torino ed Atalanta, due deluse dell’ultimo turno, non potranno permettersi ulteriori battute d’arresto, con il Milan che venerdì aprirà il turno viaggiando nella vicina Brescia, dove le rondinelle dovranno fare a meno di Balotelli, all’ennesima espulsione della sua carriera domenica scorsa. Chance importante in coda per la Spal che riceverà il Bologna nel derby emiliano, occasione da non sprecare anche per la Sampdoria in casa contro il Sassuolo , l’Udinese a Parma cercherà punti per allontanarsi ulteriormente dalla zona pericolosa mentre il Lecce a Verona ed il Genoa a Firenze cercheranno di ottenere punti di vitale importanza in casa di avversarie che attraversano un ottimo momento di forma.

Marco Ferrera

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.