Immobile affonda la Sampdoria

23

Pesante sconfitta senza attenuanti per la Samp all’Olimpico, con la Lazio che senza problemi inanella l’undicesima vittoria consecutiva imponendosi per 5-1, con Immobile, a segno tre volte, sempre più re del gol con 23 centri in 19 partite.
Dopo neppure sette minuti cade il fortino di Raineri, con Caprari in campo al posto di Quagliarella che, non al meglio, va in panchina: Ciro vince il duello di forza con Chabot, entra in area e la sua conclusione viene smorzata da Audero, la palla resta lì, Colley si addormenta e Caicedo infila nella porta vuota. I padroni di casa chiudono il match a cavallo tra il minuto 17 ed il ventesimo, prima Murru colpisce con il braccio largo ed Immobile trasforma il tiro dagli undici metri, passano tre minuti e la coppia centrale doriana si fa trovare ancora impreparata dal lungo lancio di Acerbi, il capocannoniere aggira anche Audero in disperata uscita ed incrocia per il 3-0.
Non c’è partita, Leiva, Milinkovic e Luis Alberto fraseggiano alla grande e la Samp non riesce a costruire e tantomeno a pungere, nella ripresa Ekdal rileva Jankto con Thorsby che scala sulla fascia ma continua il pomeriggio da incubo blucerchiato, prima un’uscita sbagliata dalla propria area permette alla Lazio di riconquistare palla e servire il liberissimo Bastos che fa poker e poco dopo Colley intercetta in caduta con la mano la conclusione di Luis Alberto , il Var decreta un altro tiro dal dischetto che Immobile trasforma per la sua tripletta personale.
Nel finale Linetty rende solo un poco meno amara la pesante sconfitta, ribadendo in gol la respinta di Strakosha sul sinistro di Gabbiadini e c’è tempo ancora per annotare l’espulsione di Chabot, costretto al fallo da ultimo uomo.
Nessuno da salvare nel pomeriggio romano, solo Linetty, Thorsby ed il subentrante Augello meritano una sufficienza stiraccchiata; Audero non irreprensibile sul gol che ha aperto la goleada, pomeriggio da incubo per Colley e Chabot perennemente in difficoltà negli spazi larghi ed alla mercé degli avversari, con Bereszynsky e Murru incapaci di contrastare con una qualche efficacia la manovra avvolgente dei padroni di casa. A centrocampo Vieira non si è praticamente mai visto ed è risultato perennemente in affanno sulle accelerazioni centrali di Luis Alberto, il migliore dei suoi insieme ad Immobile. Anonimo il match di Jankto così come quello del subentrante Ekdal, in avanti Caprari e Gabbiadini sono apparsi spaesati e privi di quel mordente necessario ad una formazione in lotta per la salvezza.
Una battuta d’arresto che fa male soprattutto per il modo in cui è arrivata, ben diverso dovrà essere l’atteggiamento della formazione nel girone di ritorno cominciato in maniera disastrosa per arrivare a quella salvezza ancora tutta da conquistare.

MARCO FERRERA

Lazio -Samp 5-1
Reti: p.t 7’Caicedo 17′ (rig.) e 20′ Immobile s.t 9′ Bastos 20′ Immobile (rig) 25′ Linetty
Lazio (3-5-2): Strakosha 6 – Patric 6,5 Acerbi 7 (66′ Vavro) Radu 6,5 (49′ Bastos 7)- Lazzari 7 Milinkovic 6 Leiva 6,5 Luis Alberto 7,5 Jony 6 – Caicedo 7 Immobile 9 All: Inzaghi
Sampdoria (4-4-2): Audero 5,5 – Bereszynski 5 Chabot 4 Colley 4 Murru 4,5 (67′ Augello 6)- Linetty 6 Thorsby 5,5 Vieira 5 Jankto 5 (46′ Ekdal 5,5) – Caprari 5 Gabbiadini 5 (71′ Bonazzoli ) All: Ranieri
Arbitro: Chiffi 6
Ammoniti: Colley – Vieira
Espulso Chabot al 73′

 

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.